15 Aprile 2022 - 19:58

Masters 1000 Montecarlo: Sinner, il cuore non basta. Vince Zverev

Un tiebreak amaro condanna n grande Jannik Sinner che cede ad Alexander Zverev in 3 set nel Masters 1000 Montecarlo. Rimpianti per l'azzurro

Internazionali d'Italia Sinner Zverev Masters 1000 Montecarlo

Al termine di una partita emozionante e durata oltre 3 ore, Jannik Sinner cede al tiebreak del 3° set contro Alexander Zverev, uscendo così ai quarti di finale del Masters 1000 di Montecarlo. Invece il cammino del teutonico continua con l’accesso tra i migliori 4 del torneo.

Bel 1° set, poi la rimonta del tedesco

Come di consueto, dal primo match nel torneo, l’avvio di Sinner è a rilento. Ne approfitta Zverev che conquista un break e riesce nell’allungo sul 4-1, mettendo a segno una serie di 13 punti consecutivi a zero. Qui il pubblico prova a dare supporto a Jannik, il quale risponde subito, rientrando immediatamente nel set.

Basta un piccolo calo di tensione da parte del tedesco per conquistare il controbreak e tornare sul 4-4. Da qui il 20enne italiano non sbaglia nulla al servizio mentre Zverev va in grande difficoltà. La testa di serie numero 2 perde la bussola: commette un doppio fallo sulla palla break e permette così a Sinner di prendersi la chance per chiudere il set in proprio favore. L’altoatesino non si fa pregare, facendo esplodere il centrale per il 7-5 finale.

Il momento sembra favorevole per Sinner: ancora una volta l’altoatesino riesce ad ottenere il break ad inizio secondo set, nel terzo game, andando avanti 2-1. Poi però neanche il tempo di gioire che un doppio fallo sulla palla del controbreak permette a Zverev di tornare in corsa. Il rimpianto aumenta quando Jannik ha due nuove chance di strappare il servizio all’avversario, bravo però a sventare la minaccia e rimettere la testa avanti nel parziale sul 3-2.

I rimpianti però aumentano successivamente quando Sinner sbaglia una facile discesa a rete e concede il break al tedesco nel punto successivo, permettendogli di andare sul 5-3. Il n°3 del Ranking ringrazia, chiudendo il parziale e rimandando l’esito finale al 3° set decisivo.

Il cuore oltre l’ostacolo, ma non basta

Incredibile però quanto accade all’inizio del parziale decisivo: Zverev si prende il break e va sul 40-15 per allungare nel game seguente. Inspiegabilmente però il tedesco prima si fa recuperare, poi tenta un vano servizio da sotto – fallito – a cui segue il doppio fallo ed infine completa l’opera cedendo la battuta in favore di Jannik, il quale ringrazia e rimette la testa avanti sul 3-2. L’inerzia però non cambia: anzi è Sinner a farsi male da solo con un altro doppio fallo e cede nuovamente la battuta, andando sotto 5-3.

Nonostante la prima del servizio non lo aiuti, l’azzurro si concede un’ultima chance per rientrare in risposta. Ed incredibilmente, alla prima chance di break, Zverev sbaglia la risposta con Sinner che risale così sul 5-5 ed annulla anche un’altra palla break prima di garantirsi il tiebreak. Il tedesco non sbaglia sul proprio turno di battuta e così si decide tutto sul punto a punto finale.

Quando sul Campo Ranieri III scoccano le 3 ore, l’equilibrio del tiebreak lo rompe Zverev che con un gran rovescio trova il mini-break ma Sinner è bravissimo a recuperare nell’immediato, arrivando al cambio campo in totale parità sul 3-3. Addirittura l’altoatesino riesce a trovare il sorpasso ma nei due turni di battuta perde entrambi i punti e la situazione si capovolge nuovamente. Ma gli schemi ormai sono saltati e Jannik recupera nuovamente, pareggiando sul 5-5. Il tedesco sente la pressione ma Sinner commette un errore gravissimo sotto rete, mandandolo a match-point. Il 20enne altoatesino completa “l’opera” con il rovescio in rete che consegna la vittoria a Zverev con il 7-5. Un grande peccato.

I risultati di giornata

Il programma dei quarti di finale del Masters 1000 Montecarlo non si conclude con la sfida tra Sinner e Zverev. Infatti è ancora da giocare l’ultimo match di giornata con il campione in carica Stefanos Tsitsipas contro Diego Schwartzman, giustiziere di Lorenzo Musetti agli ottavi.

La prima semifinale vedrà di fronte Alejandro Davidovich-Fokina e Grigor Dimitrov. Lo spagnolo si è imposto in rimonta ed in 3 set contro Taylor Fritz con il punteggio di 2-6 6-4 6-2, mentre il bulgaro ha prevalso su Hurkacz nel tiebreak decisivo del 3° per 7-2. Sarà una sfida inedita tra due outsider in questo Masters 1000.