14 Aprile 2022 - 20:17

Masters 1000 Montecarlo, super-Sinner ai quarti. Musetti, che peccato

Vittoria di grande carattere per Jannik Sinner che prevale in rimonta al 3° set contro Andrey Rublev e vola ai quarti del Masters 1000 Montecarlo

Musetti, Sinner Masters 1000 Montecarlo, Indian Wells, Australian Open

Un grandissimo Jannik Sinner ribalta Andrey Rublev e si prende con forza i quarti di finale del Masters 1000 di Montecarlo. L’altoatesino vince in 3 set, prendendosi così la sfida contro Alexander Zverev per un posto tra i migliori 4 del torneo.

Niente da fare invece per Lorenzo Musetti, bravo per oltre un set e mezzo a tenere in scacco Schwartzman ma poi l’argentino risale la china e ribalta il match. Finisce 4-6 6-2 6-3 dopo oltre 2 ore di battaglia.

Inizio difficile, poi la rimonta

La partita di Jannik parte male con un break in apertura che gli mette la strada in salita. Dall’altra parte Rublev ringrazia e riesce ad tenere l’allungo fino al momento cruciale del primo set. Si arriva al 5-4 30-0 che sembra destinare il parziale in favore del n°8 del Ranking ma Sinner ha un guizzo importante e ribalta il game, riprendendosi il break di svantaggio. Ma la gioia dura poco perché l’altoatesino concede nuovamente il servizio e questa volta Rublev non si fa beffare, chiudendo 7-5 dopo quasi un’ora.

Il periodo di rottura da parte del 20enne azzurro sembra proseguire anche ad inizio 2° set quando parte male e subisce subito il break. Ma è l’inizio della svolta: infatti sul servizio di Rublev diventa impeccabile – anche grazie allo stesso russo – piazzando un clamoroso filotto di 6 game consecutivi che gli valgonoun 6-1, mandando così la sfida al 3° e decisivo set. Il pubblico del Campo Ranieri III si schiera a favore di Sinner e lui trova giovamento, andando anche oltre i soliti problemi di vesciche al piede ed una condizione fisica ancora non al top.

Nel 3° set i primi segnali di rottura arrivano, ma si palesano dopo il quinto game, quando Jannik riesce a prendersi l’allungo sul 4-2. A quel punto, Rublev inizia a vacillare e non riesce più ad incidere sui turni di battuta dell’azzurro. Il minimo vantaggio si raddoppia con il game decisivo che chiude i conti. Sinner con due grandi risposte si prende il match point sulla battuta del russo e chiude alla grande con un colpo in risposta che fa esplodere il Ranieri III per il 6-3 finale.

Ed ora tocca a Zverev

Adesso per Jannik Sinner ci sarà un nuovo grande appuntamento con Alexander Zverev, uscito vincente agevolmente contro Pablo Carreno Busta in due set (6-2 7-5).

Tra i due sarà il quarto incrocio in carriera: nel testa a testa è in vantaggio il tedesco per 2-1. L’unico acuto per Sinner c’è stato sul rosso e non è stato banale perché avvenuto al Roland Garros nel 2020. Allora finì 6-3 6-3 4-6 6-3 in 3 ore per il numero 12 del Ranking ATP. Da allora tante cose sono cambiate: Zverev parte con i favori del pronostico, in quanto la testa di serie più alta del torneo rimasta in corsa (numero 2). Ma guai a dare per spacciato Jannik…