Milan-Uefa, accordo in vista: rossoneri verso la rinuncia all’Europa League

Milan-Uefa
Foto: sito ufficiale Milan

Potrebbe arrivare un’ulteriore svolta nel caso Milan-Uefa: le parti sarebbero vicine ad un accordo che porterà i rossoneri a rinunciare all’Europa League

Continua la querelle Milan-Uefa: sono settimane importanti per quanto riguarda la vicenda che vede coinvolto il club rossonero contro gli organi di Nyon.

Dopo la mancata sentenza e l’assenza di appelli da parte del TAS di Losanna non-prima del 14 agosto, il Corriere della Sera riporta come sono in corso le valutazioni per raggiungere gli accordi tra le parti. Come riferisce il quotidiano, il Milan starebbe seriamente pensando a presentare una rinuncia alla prossima Europa League, dove la squadra rossonera dovrebbe partecipare dalla fase a gironi.

Il motivo di questa possibile decisione è la questione che vede il club rossonero a rischio di “somma di sanzioni”, qualora non riuscisse a raggiungere il break even per il Fair Play Finanziario. Dunque, onde evitare altri casi, meglio rinunciare quest’anno alle competizioni europee per concentrarsi a risanare il bilancio.

In caso di accordo tra Milan-Uefa, non sarà necessario neanche passare per il TAS di Losanna, che dovrà soltanto certificare l’accordo. Una decisione che andrebbe ad influire anche sull’ultimo campionato di Serie A.

Infatti, stando alla probabile rinuncia dei rossoneri, la Roma passerebbe al posto del Milan per la fase a gironi, mentre i preliminari li disputerà il Torino di Urbano Cairo, che ha chiuso il campionato al 7° posto, ma non qualificata all’Europa League al termine della regular-season per via della vittoria della Lazio (8° in campionato) in Coppa Italia.

Una decisione che dovrebbe essere comunicata in breve tempo, visto che a breve ci saranno i sorteggi per i preliminari di Europa League, con le partite previste per fine luglio.