Il Milan cala il poker contro il Verona: gialloblù in Serie B



milan, commisso
Foto: Instagram A.C. Milan

Il Milan prepara al meglio alla finale di Coppa Italia battendo per 4-1 gli scaligeri a San Siro; per gli uomini di Pecchia c’è la condanna al ritorno in cadetteria dopo un anno

A 3 giorni dalla finale di Coppa Italia contro la Juventus, il Milan batte 4-1 il Verona nel primo anticipo della 36.ma giornata. Con questo ko, i veneti sono aritmeticamente condannati alla Serie B, dove tornano soltanto a distanza di un anno.

A San Siro non c’è mai storia: i rossoneri vanno in vantaggio già al 10′ con Calhanoglu. Il turco riceve da Suso e con un destro angolato (nonostante una deviazione) batte Silvestri. Per il 10 di Gattuso è il secondo gol consecutivo.

Il raddoppio viene sfiorato in più occasioni ma arriva al 32′. Lancio illuminante di Bonaventura che trova Cutrone, che si gira in un fazzoletto e fulmina ancora il portiere scaligero. 2-0 e partita in ghiaccio.

Il Verona non si vede mai e il Milan dilaga ad inizio ripresa con Abate che segna un gran gol al 49′. Un esterno destro di potenza dopo il servizio di Suso. Il match sembra quasi chiuso.

Quasi perché i veneti con Romulo hanno una piccola reazione d’orgoglio. Il 2 italo-brasiliano centra la traversa su punizione. Mentre trova gloria a San Siro Seung-Woo Lee: il giapponese segna il suo primo gol in Serie A con un gran destro di contro-balzo dopo una respinta di Kessie. E’ il 3-1.

Ma il Milan ha un’altra pallottola per mandare giù definitivamente il Verona. Ci pensa Borini (entrato al posto di Suso) a spararla al 90′ ed è il poker. San Siro applaude, il Milan è pronto alla battaglia contro la Juventus allo Stadio Olimpico. Ma adesso per i rossoneri gli ultimi 180′ del campionato saranno decisivi: Atalanta (in trasferta) e Fiorentina, sfide da non sbagliare per l’Europa (League).

Il Verona torna in B, meritatamente dopo una stagione fallimentare.

 

Leggi anche