Ondata di caldo: 4 consigli utili per affrontarla

ondata di caldo
immagine da pixabay

Appena iniziata la stagione estiva, inizia anche la temuta ondata di caldo. Ecco 5 consigli utili per affrontarla al meglio

A pochi giorni dall’inizio della stagione estiva, già le alte temperature mettono a dura prova tutti. Per questo motivo è bene ricordare alcune norme da tenere in considerazione per evitare che l’ondata di caldo alle porta sia dannosa per il nostro organismo. Per questo motivo, ecco 4 consigli per affrontare e superare al meglio le alte temperature.

Idratazione

La prima regola da seguire, nonché quella più importante, è quella di bere molta acqua. Il corpo, tramite il sudore, espelle liquidi al fine di mantenere una temperatura corporea costante ed adeguata. Insieme ai liquidi, si perdono anche sali minerali che vanno reintegrati attraverso una corretta idratazione. Un organismo disidratato va incontro ad uno squilibrio idro-elettrolitico che può portare spossatezza, cali di pressione e sintomi ancora più gravi.

Alimentazione sana e leggera

Accanto ad una corretta idratazione, è importante abbinare una sana alimentazione. Evitare, quindi, pasti copiosi ed eccessivamente calorici che richiedono un eccessivo dispendio di energie per la digestione. Preferire, invece, pasti leggeri, con frutta e verdura di stagione che apportano vitamine e sali minerali indispensabili specialmente nel periodo estivo.

Protezione solare

L’importanza della protezione solare è ormai fuori discussione. Quello che spesso si dimentica è che i raggi solari, ed in particolare i raggi UV, non ci raggiungono solo al mare. Anche camminando semplicemente camminando per strada si può andare incontro ad un’insolazione. Per questo è importante applicare la protezione anche nel quotidiano, specialmente quando si sa che verranno trascorse diverse ore all’aperto.

Attività fisica

Assolutamente sconsigliabile effettuare attività fisica, specie se all’aperto, nelle ore più calde. La temperatura corporea potrebbe pericolosamente salire e causare un mancamento (e non solo). Prediligere, quindi, le attività al chiuso e nelle ore più fresche della giornata, come al mattino o dopo il tramonto.