Pensioni, Boccia avverte il Governo sulla questione

Boccia

Secondo il leader di Confindustria Vincenzo Boccia, le pensioni non sono una priorità. Le questioni principali da affrontare sono il lavoro e i giovani

Le pensioni non sono essenziali. Il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia manda un messaggio al Governo, e indirizza la strada verso altre frontiere: lavoro e giovani. Una presa di posizione essenziale, in virtù dell’annuncio, da parte di Luigi Di Maio, del taglio alle “pensioni d’oro”.

Le pensioni sono una questione ma non possono essere la questione prioritaria del Paese. È evidente che in questo Paese bisogna parlare di lavoro e giovani. Per farlo abbiamo bisogno, da un lato, di avere attenzione alle politiche per i giovani con piani di inclusione nella PA e nel privato. Dall’altro, di rendere competitive le imprese italiane affinché possano creare occasioni di lavoro strutturali.” ha dichiarato Boccia.

Inoltre, il leader del settore secondario non si è risparmiato nemmeno sulla Tav, dichiarando: “È determinante, le infrastrutture non sono una questione ideologica. Le infrastrutture collegano le periferie al centro e i Paesi al mondo. Per questo speriamo che prevalga come sempre il buon senso. Le infrastrutture creano occupazione sia nel momento iniziale sia in quello successivo perché creano competitività.