È la moda del momento, Pokémon Go. Tutti a caccia, pronti a lottare, ma capita di finire nelle stazioni della polizia o peggio ancora, di trovare un cadavere

[ads1]

Potrebbe interessarti:

L’avventura di Pokémon Go è iniziata, tutti con smartphone alla mano si son messi a caccia delle creature di Nintendo, sconvando, tra piazze e camere da letto, un Magicarp piuttosto che un Charmander.

Ma, seppur divertente, questa continua ricerca di avversari per far crescere di livello il proprio team o per ampliare il Pokédex, porta a scontrarsi con la realtà… e tale “incontro” non sempre è piacevole.

Non giocare a Pokémon Go mentre guidi!

Nello stato di Washington, il dipartimento dei trasporti avvisa: “Non giocate a Pokémon mentre guidate“.
Avvisando, via Twitter, gli utenti, il dipartimento dei trasporti consiglia di dedicarsi con attenzione alla guida, e di lasciare la cattura di un Eevee a momenti più tranquilli.

Pokémon

E’ interessante, infatti, capire cosa accade mentre si gioca a Pokémon Go. Il gioco invia una notifica all’allenatore (il giocatore), avvisando che nei pressi c’è una creatura da catturare/sfidare. Lo fa, però, in ogni momento della giornata, senza tener conto dell’azione che l’utente sta svolgendo, quindi anche alla guida.
Nonostante il buon senso consigli di agire sempre con prudenza, è capitato e – sicuramente – capita che qualcuno decida di aprire l’app e si metta a giocare durante la guida. Comportamento pericoloso, per se, e per gli altri!

Pokémon

Pokémon in sala parto, catturiamolo!

Altra notizia assai curiosa arriva da una sala parto, dove un neo-papà ha catturato, mentre la moglie stava per dare alla luce il piccino, un Pidgey. Come poteva resistere alla cattura del Pokémon volante più apprezzato da Ash (il personaggio della serie TV)?

Dopo aver mostrato lo screen alla moglie, e aver sorriso insieme, si è, però, dedicato al bimbo in arrivo…

Finire alla stazione di polizia, volontariamente…

In Australia, grazie alle notifiche di Pokémon Go, la polizia del Northern Territory è dovuta correre ai ripari. Dopo aver invitato a prestare attenzione a cosa succede nel mondo reale, a guardare attentamente a destra e sinistra prima di attraversare – alzando lo sguardo dallo smartphone -, gli agenti si sono trovati a dover comprendere le assurde ragioni di un giocatore che intendeva catturare un Sandshrew nella locale stazione di polizia.

Pokémon

L’assurda caccia al Pokémon ha avuto luogo a Darwin, dove un ragazzino era intento a catturare creature digitali ovunque. La polizia locale ha dovuto avvisare i Poké-giocatori invitandoli a prestare attenzione: la stazione locale, anche se esteticamente ricorda una struttura del gioco, il Pokéstop, non è un luogo in cui andare a caccia di Pokémon.

Un cadavere trovato giocando a Pokémon Go

Capita, però, anche di trovare un cadavere mentre si gioca a Pokémon Go. Sembrerà assurdo, ma è capitato nel Wyoming. Un giocatore diciannovenne, negli Stati Uniti, ha trovato, inseguendo i Pokémon, un cadavere di un uomo che galleggiava nel fiume (il Wind River). Il ragazzo ha prontamente allertato la polizia, chiamando il 911, che dopo le indagini necessarie ha dichiarato quasi certa la morte accidentale, senza segni particolarmente allarmanti sul corpo, dell’uomo nel luogo del ritrovamento.

Una cosa è certa, alla fine di tutto: giocare a Pokémon Go è piacevole, attrae molti, ma bisogna comunque prestare attenzione a quello che è il mondo reale. E’ in quest’ultimo che viviamo! Si possono, quindi, fare belle esperienze, ma può capitare, purtroppo, di finire in situazioni assai spiacevoli e alcune di queste brevi news riportate ne sono un esempio!

[ads2]

Letture Consigliate