recovery fund Ungheria Polonia
da pixabay

Mentre il Governo si riunisce per la prima volta sul tema Recovery Fund, i tecnici del Parlamento rivedono al rialzo la cifra destinata all’Italia

Buone notizie per il nostro Paese sul fronte Recovery Fund. Nello stesso giorno della prima riunione del Governo sul tema “aiuti Europei” in arrivo, i tecnici dell’Ufficio Parlamentare di Bilancio hanno rivisto al rialzo le cifre destinate all’Italia da parte dell’Unione Europeo. Secondo gli ultimi calcoli, il beneficio netto per il nostro paese sarà di oltre 46 miliardi di euro, la cifra più alta dell’Eurozona

Come riporta “Il Fatto Quotidiano”, la Spagna, subito dietro, avrebbe un beneficio di 45,5 miliardi, la Grecia di 15,9. Al contrario la Germania è lo Stato che “perde” di più: contribuisce per 105,4 miliardi e ne riceve solo 26, con un saldo negativo di 79,4.

Dobbiamo presentare i progetti entro il 15 ottobre 2020 in modo da poter aspirare alla possibilità di prefinanziamento del 10% che è stata predisposta appunto per chi li presenta in questa prima finestra temporale. Si lavorerà anche ad agosto, anzi si inizia subito: domani pomeriggio il ministro Amendola ha già convocato la prima riunione dei tecnici del comitato di valutazione con i delegati dei ministri” – sono le parole del Premier Giuseppe Conte – “Vorrei che tutti, compresi i ministri e responsabili egli enti locali coinvolti, entrassimo da subito in una prospettiva che è l’unica giusta: dobbiamo affrontare una grande responsabilità, per noi stessi, per il Paese intero che ci guarda e per l’Europa: è una grande sfida