boris johnson, regno unito

Il Regno Unito chiuderà tutti i corridoi di viaggio a partire da lunedì 18 Gennaio per proteggersi dal rischio di nuovi ceppi di Covid-19 non ancora identificati

Misure drastiche sono in corso di adozione nel Regno Unito per scongiurare un’ulteriore diffusione di Covid-19 e per proteggere la nazione da nuovi ceppi non ancora identificati. A dichiararlo è stato il Primo Ministro Boris Johnson, che ha stabilito la chiusura di tutti i corridoi di viaggio a partire da lunedì 18 gennaio e almeno fino al 15 febbraio. Chiunque arrivi nel Paese dall’estero dovrà mostrare la prova di un test Covid negativo prima di partire.

Potrebbe interessarti:

Ad amplificare la preoccupazione verso il virus, la notizia della nuova variante identificata in Brasile. Le nuove misure nascono infatti dall’esigenza di tutelare il territorio dai viaggiatori provenienti dal Sud America e dal Portogallo: per loro, il divieto di ingresso è già entrato in vigore nella giornata di ieri.
Secondo gli ultimi dati rilasciati dal Governo, il totale delle persone morte per Coronavirus è salito a 87.291. In tutto il mondo, invece, le morti hanno superato i due milioni secondo i dati della Johns Hopkins University.

Le parole di Johnson

Nel corso di una conferenza stampa a Downing Street, il Primo Ministro ha sottolineato l’importanza di prendere misure extra subito: “È proprio perché abbiamo la speranza di quel vaccino e il rischio di nuovi ceppi provenienti dall’estero che dobbiamo intraprendere ulteriori misure ora per impedire a quei ceppi di entrare nel paese“.
Tutti i corridoi di viaggio chiuderanno lunedì alle 04:00 GMT. Successivamente, gli arrivi nel Regno Unito dovranno essere messi in quarantena per un massimo di 10 giorni, a meno che non risultino negativi dopo cinque giorni. Il signor Johnson, che ha affermato che le regole si applicheranno in tutto il Regno Unito dopo i colloqui con le amministrazioni devolute, ha aggiunto che il governo intensificherà l’applicazione al confine e nel paese.

I corridoi di viaggio sono stati introdotti in estate per consentire alle persone in arrivo da paesi con un basso numero di casi di Covid, di entrare nel Regno Unito senza doversi mettere in quarantena all’arrivo.

Letture Consigliate