Parte da Roma il “rewind” tour di Max Ionata in Hammond trio con Frits Landesbergen e Alberto Gurrisi

Max Ionata lancia il suo nuovo album “REWIND” con un tour dallo stesso nome. Scopri le date!

Inizia da Roma giovedì 12 maggio il tour di Max Ionata dedicato al suo nuovo album “rewind” prodotto da Jando Music in collaborazione con Via Veneto Jazz.

max ionata_01_rcrimiAlle ore 22 salirà sul palco del BeBop Jazz Club insieme al suo Hammond trio – completato dall’organista Alberto Gurrisi e da Frits Landesbergen, grande batterista olandese nonché uno dei migliori vibrafonisti d’Europa.

Le prime date del tour: il 13 maggio all’Auditorium del Conservatorio di Pescara, il 14 all’Hotel Sheraton di Padova, domenica 15 al Blue Note di Milano, il 31 maggio nuovamente a Roma per un doppio-evento speciale organizzato da Tram Jazz.

“rewind” rappresenta per Ionata un ripartire da zero, un ricominciare da sé. Un energico inizio dopo un percorso artistico intenso durante il quale Max ha sperimentato ogni tipo di formazione come leader e come special guest, sia discograficamente che sul palco, suonando nei più importanti jazz club e jazz festival al mondo e collaborando con grandi nomi internazionali.

Nel disco, oltre a due standard e ad un brano di Frits Landesbergen arrangiato da Max, sei nuove tracce che Ionata ha composto al pianoforte nell’agosto 2015 nella sua casa in Abruzzo: un momento di riflessione e relax durante il quale ha approfondito la sua ricerca musicale partendo dalla sua grande passione per il jazz americano, in particolare per l’hard bop moderno, presente nella sua musica unitamente ad un senso melodico molto spiccato che da sempre lo contraddistingue.

Max Ionata - ph.Riccardo CrimiDei nove brani presenti nel disco, ben sei contengono rimandi autobiografici: “Drum” è un tributo al trombettista Marco “Tamburo” Tamburini con cui Max ha condiviso molti momenti della sua carriera; “Bob’s Mood” è ispirato a Bob Mintzer e al suo modo di comporre; “Mr G.T.” (che vede alla batteria Amedeo Arianoe Frits Landersbergen al vibrafono) è dedicato all’amico e collega Gege’ Telesforo, che ha molto ispirato Max con il suo modo di vivere il palco e con la sua passione per il funk. “North Sea” è una ballad, interpretata con il sax soprano, che “ritrae” i paesaggi costieri osservati molte volte durante le tournée in Nord Europa; “Sunflower” nasce dall’incredibile intensità dei colori dei girasoli di Van Gogh, nel quadro che ha letteralmente scioccato Max durante la sua visita al Van Gogh Museum di Amsterdam.

Completano quindi la track list la meravigliosa “Chovendo Na Roseira” di Antonio Carlos Jobim, la pulsante e ritmata “Amsterdam After Dark” del sassofonista americano George Coleman e la swingante  “At Vic’s” di Frits Landerbergen dedicata al Grande Victor Feldman.