Roma Napoli

Il Napoli espugna l’Olimpico grazie alla chiave tattica indovinata da Gattuso. La corsa alla Champions, per la Roma, adesso si complica

Al termine del big match di giornata il Napoli esce dall’Olimpico con tre punti pesantissimi. La Roma, alla seconda sconfitta consecutiva in campionato, vede complicarsi non poco la corsa alla Champions.

Potrebbe interessarti:

La partita

Napoli che domina la prima frazione di gioco in ogni zona del campo. Numerose sono le giocate in transizione positiva dei partenopei, con difensori centrali e terzini che cercano con insistenza Zielinski tra le linee della Roma. È proprio grazie al polacco che gli azzurri trovano la prima rete. Zielinski, trovato bene da Koulibaly verticalmente, subisce fallo al limite dell’area. Sul pallone ci va Dries Mertens che trasforma in gol con una traiettoria magistrale sul palo del portiere.
La seconda marcatura la segna ancora il belga di testa a porta vuota dopo un feroce e preciso contropiede.

Nella ripresa la Roma entra in campo con un piglio diverso. Diverse sono le giocate interessanti da parte di Dzeko e compagni, una su tutte lo strepitoso palo colpito di potenza da Pellegrini fuori area.
L’ingresso di Osimhen per i partenopei manda spesso la Roma in affanno con la linea di difesa costantemente in apprensione e costretta ad inseguire l’attaccante nigeriano.

La chiave tattica

Il Napoli sfodera una prestazione strepitosa e trova tre punti importantissimi contro la Roma grazie ad alcune mosse tattiche ben precise. Nella ripresa il dogma dei partenopei è il continuo scarico verso Zielinski che galleggia costantemente tra le linee giallorosse. Sia Kouklibaly, sia Hysaj e Mario Rui servono costantemente il polacco che approfitta abilmente delle disattenzioni della mediana capitolina.
Nella ripresa è Osimhen a cambiare il volto alla gara. L’ingresso del nigeriano in avanti consente agli azzurri di respirare dopo le pressanti sortite offensive della Roma. L’attaccante partenopeo, tenendo in apprensione la retroguardia giallorossa, non consente mai ai padroni di casa di allungarsi con tranquillità, costringendo sempre i difensori a ripiegare.

Tabellino e marcatori di Roma-Napoli

Marcatori: 27′ Mertens; 34′ Mertens.

ROMA (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Cristante, Ibanez; Karsdorp, Lo. Pellegrini (83′ Kumbulla), Diawara (67′ Villar), Spinazzola; Pedro (67′ Pedro), El Shaarawy; Dzeko (67′ Mayoral).
All.: Fonseca.

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Hysaj, Maksimovic (87′ Manolas), Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz, Demme; Politano (73′ Lozano), Zielinski (73′ Elmas), Insigne (87′ Bakayoko); Mertens (67′ Osimhen). 
All.: Gattuso.

Ammoniti: 26′ Ibanez (atterramento); 45+1 Mancini (trattenuta); 47′ Zielinski (atterramento); 59′ Diawara (atterramento); 63′ El Shaarawy (atterramento); 78′ Koulibaly (eccesso di foga); 85′ Villar (atterramento); 90+1 Osimhen (condotta antisportiva).
Espulti: -.

Arbitro: Di Bello.

Letture Consigliate