Roma-Shakhtar Donetsk
Foto: YT AS Roma

La Roma travolge 3-0 lo Shakhtar Donetsk nell’andata dei quarti di finale. Protagonista assoluto Pellegrini, autore di una grandissima partita

Meglio di cosi non poteva andare. La Roma batte 3-0 lo Shakhtar Donetsk e ipoteca il passaggio ai quarti di finale di Europa League. Una grandissima prestazione da parte della squadra di Fonseca, che si affida al suo capitano Pellegrini, autore di una grandissima partita. Bene anche Pau Lopez, decisivo nel momento di maggiore difficoltà della squadra.

Potrebbe interessarti:

La partita

Per Fonseca 3-4-2-1, con Mkhitaryan falso nueve supportato da Pedro e Pellegrini. In difesa Smalling in panchina con Cristante al centro. Per gli ucraini 4-2-3-1 con i trequartisti a svariare su tutto il fronte offensivo. Nei primi minuti del match i giallorossi provano a fare la partita, ma gli ucraini non restano a guardare. In fase di possesso, la squadra di Castro resta con la difesa alta, e la Roma prova a superarla con lanci lunghi per i tre attaccanti.

Al 23° il risultato si sblocca. Pedro si infila tra le linee ucraine e trova il varco giusto per Pellegrini che con l’esterno destro deposita in rete. Lo Shakhtar va subito vicino al pareggio con Moraes, ma Pau Lopez esce ed evita la rete. Al 31° Trubin sbaglia il rinvio regalando palla a Mkhitaryan, l’armeno prova a sorprenderlo con un pallonetto dalla lunga distanza, ma il pallone esce di poco. nell’occasione l’attaccante si fa male al polpaccio ed è costretto a lasciare il posto a Mayoral.

Nel finale di tempo gli ucraini provano a spingere, ma la retroguardia della Roma si difende con ordine. Nella ripresa lo Shakhtar comincia a schiacciare la squadra di casa nella propria metà campo, e si costruisce due buone occasioni, entrambe con Tete. Lopez respinge la prima conclusione, Mancini in scivolata salva sulla seconda. Fonseca corre ai ripari ed inserisce El Shaarawy per Pedro. L’attaccante subito una buona occasione, ma spreca una buona giocata di Pellegrini calciando debolmente.

I giallorossi insistono e si creano un’altra grandissima occasione con Mayoral, che però invece di calciare di prima intenzione cerca di controllare il pallone consegnandolo agli ucraini. Lo Shakhtar comincia a lasciare più spazi dietro, e la Roma ne approfitta subito. Mayoral serve El Shaarawy che punta la porta, salta due difensori e batte Trubin con un tocco sotto. I giallorossi non si fermano e sulle ali dell’entusiasmo trova la rete del 3-0 con Mancini, che su angolo salta più in alto di tutti e devia in rete. Finisce 3-0 per la Roma.

Roma-Shakhtar Donetsk 3-0: risultato e tabellino

RETI: 23′ Pellegrini, 73° El Shaarawy, 77° Mancini

ROMA (3-4-2-1): Lopez; Mancini, Cristante, Kumbulla; Karsdorp, Villar, Diawara (79′ Ibanez), Spinazzola (79′ Bruno Peres); Pedro (62′ El Shaarawy), Pellegrini (78′ Carles Perez); Mkhitaryan (35′ Borja Mayoral). All. Fonseca.

SHAKHTAR DONETSK (4-2-3-1): Trubin; Dodò, Vitao, Matvienko, Ismaily; Alan Patrick, Maycon; Tete ( 88′ Konoplyanka), Marlos (88′ Marcos Antonio), Taison (79′ Sudakov); Junior Moraes (76′ Dentinho). All. Castro.

ARBITRO: Artur Dias

AMMONITI: Kumbulla, Alan Patrick, Maycon, Taison, Mancini

Letture Consigliate