9 Maggio 2018 - 18:42

Rottamazione delle cartelle, ecco come compilare il modulo per la domanda

rottamazione delle cartelle Equitalia

La rottamazione delle cartelle consente ai contribuenti di pagare il denaro dovuto senza incorrere in sanzioni o interessi di mora. Vediamo come si compila il modulo per la domanda

Il modulo DA 2000/17 è quello che consente di presentare domanda per la rottamazione delle cartelle. Come abbiamo detto in precedenza, ciò permette ai contribuenti di versare le somme dovute senza avere sanzioni o dover pagare anche gli interessi di mora.

I moduli per la domanda, che può essere presentata fino al 15 maggio, sono presenti sul sito dell’ Agenzia delle entrate- Riscossione dallo scorso ottobre ma è possibile recuperarlo anche presso tutti gli sportelli autorizzati.

Per rendere più facile la compilazione del suddetto modulo è stato diviso in più sezioni in modo da renderlo scorrevole ed intuitivo.

Le sezioni del modulo

Nella prima parte dovranno essere inseriti tutti i dati anagrafici del contribuente interessato e l’indirizzo dello stesso dove verrà inviata la comunicazione delle somme dovute.

Nella seconda parte, invece, dovranno essere specificati in modo dettagliato gli avvisi o le cartelle che si vogliono rottamare. In caso di cartelle bisognerà indicare, in questa sezione, il numero della cartella.

Se si tratta, invece di un avviso di accertamento esecutivo bisognerà indicare il numero del riferimento interno. Se, ancora, si tratta di un avviso di addebito da parte dell’Inps bisogna indicare il numero dell’atto.

La terza sezione dovrà essere compilata solo da coloro che, invece, voglio autorizzare la rottamazione solo di alcuni debiti contenuti nella cartella. In questo caso bisognerà  riportare il numero di riferimento reperibile alla voce ” Estremi dell’atto” della sezione “Dati identificativi” della cartella da rottamare.

Con tale modulo, infine, vi è la possibilità di scegliere in quante rate pagare le somme dovute, ovviamente, secondo le soluzioni previste dalla legge.

Una volta compilato il modello, questo può essere inviato, insieme ad un documento di identità, alla posta elettronica certificata della Direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione oppure consegnata agli sportelli sul territorio nazionale.

Nel caso in cui allo sportello si presenti una persona a voi di fiducia non dimenticate di compilare l’apposita delega con copia dei documenti di identità del delegato.