Rugby, 6 Nazioni: tutti in mischia con gli Azzurri

rugby 6 nazioni

È iniziata, pochi giorni fa, l’edizione 2015 del 6 Nazioni di rugby; l’Italia, sconfitta all’esordio dai campioni in carica dell’Irlanda, è in cerca di riscatto

Inizia nel peggiore dei modi il Sei Nazioni di rugby per l’Italia sconfitta alla Stadio Olimpico di Roma, gremitissimo in ogni ordine di posto, dai campioni in carica dell’Irlanda per 3-26.

rugby 6 nazioni

Non è bastata la difesa a oltranza messa in campo dall’Italia della palla ovale per più di un’ora di match: alla fine, complice anche l’ammonizione di Ghiraldini, l’Irlanda riesce a sfondare grazie alle mete di Murray e O’Donnell; per gli azzurri a referto solo un calcio piazzato di Haimona e una meta, nel finale, annullata dal TMO.

La partita di sabato ha visto, nel primo tempo, un’Irlanda che ha difeso compatta al limite del fuorigioco, attaccando a folate, soprattutto centralmente, con gli azzurri che sono riusciti a contenere con ordine, ben schierati in difesa, con tanto coraggio e combattività, ma anche con tanti errori individuali che hanno portato il primo tempo a chiudersi sul 3-9.

Il secondo tempo del match ha visto, invece, l’Italia accusare i segni della fatica e della stanchezza, fino a quando, al minuto 24, Ghiraldini viene ammonito, lasciando in 14 l’Italia per 10 minuti: in breve tempo gli irlandesi riescono ad andare in meta prima con Murray, poi con O’Donnell. L’Italia cerca una reazione anche in inferiorità numerica, ma vede annullarsi (a opera del TMO) la meta di Haimona per passaggio in avanti del capitano Sergio Parisse.

In sostanza, l’Italia del rugby porta con sé, ormai da anni, una difficoltà ben precisa: a fronte di un pacchetto difensivo roccioso e determinato, formato da giocatori di livello mondiale, quali Parisse, Castrogiovanni, Geldenhuys, Ghiraldini, Bortolami, l’attacco stenta a trovare giocatori di pari qualità che possano dare imprevedibilità alla manovra offensiva e, di conseguenza, portare punti pesanti alla causa azzurra.

Infine, ecco il calendario degli azzurri del rugby in questa edizione 2015 del Sei Nazioni, a partire dalla trasferta di sabato prossimo in Inghilterra, nel “Tempio del rugby” di Twickenham:

2a giornata – 14 febbraio, ore 15:30: Inghilterra – Italia

3a giornata – 28 febbraio, ore 15:30: Scozia – Italia

4a giornata – 15 marzo, ore 15.30: Italia – Francia

5a giornata – 21 marzo, ore 12:30: Italia – Galles

Articolo precedenteAnton Cechov, “Il reparto n. 6″, (II/II)
Prossimo articoloSanremo Giovani 2015: vince Giovanni Caccamo?
Avatar
Laureato in Lettere, curriculum Pubblicistica, il 25 maggio 2010 e poi in Filologia Moderna il 13 marzo 2013, Gerardo inizia la sua collaborazione con ZerOttoNove nel giugno 2013 occupandosi della cronaca e delle vicende politiche di Calvanico (sua cittadina di residenza), trattando dei più svariati eventi e curando la rubrica CanZONando che propone, di volta in volta, l'attenta e puntuale analisi dei migliori brani della storia della musica. Ex caporedattore di ZerOttoNove.it e di ZON.it, WordPress & SEO specialist, operatore video e addetto al montaggio (in casi estremi), Gerardo ha molteplici interessi che spaziano dallo sport alla letteratura, dalla politica alla musica all'associazionismo. Attualmente svolge l'attività di docente, scrittore e giornalista pubblicista.