Servizio telematico doganale, cos’è e come funziona il servizio EDI?

PoliticaServizio telematico doganale, cos'è e come funziona il servizio EDI?

Il Servizio Telematico Doganale (EDI) permette di inoltrare dati ed istanze in via telematica all’Agenzia Dogane e Monopoli. Ecco come

Il Servizio Telematico Doganale EDI (Electronic Data Interchange) consente di inviare diversi tipi di dichiarazioni all’Agenzia Dogane e Monopoli in via digitale e telematica. Per ottenere l’abilitazione è necessario compilare ed inoltrare un’apposita istanza di adesione: la pratica è disponibile sul sito istituzionale dell’ADM ed è completamente telematica.

I primi step

Per prima cosa, come detto, occorre registrarsi al Servizio Telematico Doganale, mediante l’apposito form digitale presente sul sito istituzionale. Bisogna indicare la propria figura professionale: una scelta cruciale, dalla quale dipenderanno le tipologie di documenti da inviare periodicamente. È possibile scegliere fra richiedente, fornitore di servizi ed Ente Locale.

Il richiedente non è altri che la persona fisica o giuridica che trasmette dati in proprio. Può avvalersi anche del fornitore di servizi a tale scopo. Quest’ultimo, infatti, è un soggetto terzo, incaricato dal richiedente ad inviare informazioni all’ADM tramite Servizio Telematico Doganale, nonché a ricevere esiti e risposte da essa. La figura dell’Ente Locale, invece, è riservata a Comuni, Provincie e Regioni. In ogni caso, la figura più diffusa è quella del richiedente.
Qualora la registrazione avvenga come “richiedente”, è necessario immettere il Codice Fiscale della persona fisica o quello dell’azienda. La scelta dell’Ufficio Doganale non è vincolante. È importante indicare i “sottoscrittori”, cioè coloro (o colui, nel caso sia uno solo) che firmano digitalmente i documenti inviati all’ADM. Si tratta di una figura che normalmente è deputata a firmare gli atti aziendali, designata dal richiedente a svolgere anche il ruolo di sottoscrittore per l’ADM.

In ogni caso, il tutorial completo per l’iscrizione al Servizio Telematico Doganale è disponibile sul sito dell’ADM. Una volta completata la registrazione, si hanno 30 giorni di tempo per recarsi presso la Dogana e ritirare l’autorizzazione. In caso contrario, la registrazione viene cancellata.

A cosa serve il Sistema Telematico Digitale

La ragion d’essere del servizio è legata alla digitalizzazione, che consente un più rapido ed efficiente flusso di informazioni tra operatori ed Agenzia Dogane e Monopoli. Il Sistema Telematico Digitale permette di presentare in via telematica:

  • dichiarazioni di import, export;
  • transito comunitario;
  • dichiarazioni sommarie;
  • elenchi riepilogativi delle merci e dei servizi;
  • manifesti delle merci in arrivo e in partenza;
  • delle dichiarazioni in materia di accise.

E ovviamente consente di ricevere comunicazioni dall’ADM oltre agli esiti delle istanze presentate. Il Servizio Telematico Doganale è molto veloce ed efficiente, con tempi di risposta generalmente assai brevi. Generalmente, gli operatori non hanno necessità di recarsi in dogana se non per alcuni documenti e controlli particolari.

Luigi Rescigno
Classe '90 e scienziato ambientale. Ho conseguito la laurea magistrale in Scienze Ambientali presso l'Università degli Studi di Salerno. Collaboratore di "A2C - Consulenza Tecnica Specialistica" e appassionato - fra le varie cose - di politica, ambiente, scienza, tecnologia, società, cultura. "L'ambiente è tutto ciò che ci circonda."

Covid-19

Italia
87,285
Totale di casi attivi
Updated on 1 August 2021 - 16:06 16:06