Terrapiattisti bloccano un treno a Pavia: “Noi il biglietto non lo paghiamo”

Pavia, su un treno un gruppo di terrapiattisti si rifiuta di pagare il biglietto, bloccando il convoglio per quasi un’ora. Intervento dei Carabinieri e denuncia per interruzione di pubblico servizio

Si sono definiti gli “ambasciatori fuori da ogni giurisdizione planetaria”, i quattro terrapiattisti che hanno bloccato un convoglio alla stazione di Pavia.

Quasi un’ora di stop per il treno Milano-Ventimiglia, tra l’incredulità dei bigliettai e la rabbia dei passeggeri.

Quattro uomini, di età compresa tra i 26 e 43 anni, alla richiesta di mostrare il biglietto, hanno risposto con tono fermo: “Siamo terrapiattisti e quindi il biglietto del treno non lo paghiamo”

I terrapiattisti, privi di documenti di identità, erano convinti di non dover rispettare le regole di uno stato perché sostenitori che il pianeta Terra sia piatto.

All’arrivo dei Carabinieri il gruppetto ha ribadito le convinzioni “non abbiamo biglietti, noi viaggiamo gratis”.

Gli uomini sono stati denunciati per interruzione di pubblico servizio.