film da vedere 2020
immagine dal trailer

Tenet è appena uscito in sala; dopo lunghi mesi di attesa in cui il film di Nolan si è trasformato nell’ancora di salvezza per un’industria cinematografia sconvolta

E’ arrivato il momento che tutti gli appassionati di cinema, e non solo, stavano aspettando: l’uscita di Tenet, il nuovo film di Christopher Nolannelle sale di tutta Italia. Già di per sé, un nuovo film del regista di Inception e Interstellar sarebbe stato motivo di grande attesa; considerando che sono passati già tre anni dall’uscita del suo ultimo film, Dunkirk (2017). Questa volta però la posta in gioco era molto più alta. 

Potrebbe interessarti:

Quest’anno infatti, a causa dell’emergenza Coronavirus, l’industria cinematografica è stata completamente disastrata. Dopo i rigidi mesi di lockdown, quando il mondo piano piano ripartiva, il mondo dell’industria dell’intrattenimento viveva ancora in una fase di stallo. E se da sempre la vera forza del cinema è sempre consistita nella capacità di poter portare intere masse di persone in un’unica sala, questa caratteristica si è trasformata nel suo peggiore nemico.

Solo a metà giugno alcune sale, ma non tutte, hanno riaperto. Tra film rimandati a data destinarsi o che hanno visto il loro debutto su piattaforme streaming; in questa fase di stallo tutti i registi e produttori hanno trovato metodi alternativi per i loro progetti. Tutti tranne Nolan. Come ha dimostrato sin dall’inizio della sua carriera, come quando si è schierato contro Netflix criticandone il suo metodo di produzione o distribuzione, il regista britannico ha da sempre difeso l’esperienza della sala cinematografica. Come ha dichiarato al Washington Post, il cinema è una delle fondamenta della vita sociale degli americani, che fornisce lavoro e divertimento per tutti. Un luogo che risponde al bisogno collettivo di storie e narrazioni.

In questo clima di terrore, Tenet rappresentava l’unica possibilità di far ripartire le sale. Ma oggi ci siamo. Tra mascherine e misure di sicurezza, i cinema si preparano ad accogliere il blockbuster di Christopher Nolan. Tra gli addetti del settore era divenuto una specie di mantra: “Aspettiamo solo Tenet”.

Nel corso di questi mesi, tra ritardi su ritardi, rinvii su rinvii; ieri il film che vede protagonista Robert Pattinson e John David Washington ha fatto il suo debutto in sala. Dall’uscita della triologia di Batman, passando poi per Inception e Interstellar, quello di Nolan si è annoverato alla lista di cui già faceva parte gente del calibro di James Cameron, Peter Jackson o Steven Spielberg: registi il cui nome è sufficiente per portare le persone in sala. Mentre piovevano trailer ufficiali e dichiarazioni che non facevano che aumentare la curiosità, Tenet si è lentamente trasformato nel faro della tempesta che avrebbe segnato un punto di sblocco nell’industria cinematografica.

Se il film di Nolan non avrebbe attirato un considerevole numero di persone, ciò avrebbe portato un blocco totale delle uscite cinematografiche, almeno fino al 2021. E invece ieri la pellicola a fatto il suo debutto nelle sale, incassando ben 400 mila euro al primo giorno di proiezione nelle sale. E’ stato tirato un sospiro di sollievo generale. Ne avevamo bisogno.

Letture Consigliate