“The Big Bang Theory” chiude “per colpa” di Jim Parsons



Jim Parsons The Big Bang Theory

Entertainment Weekly riferisce delle reali motivazioni che ci sarebbero dietro la chiusura di “The Big Bang Theory”: Jim Parsons ha detto basta

Cbs e Warner Bros. Tv hanno deciso di concludere The Big Bang Theory del 2019, perchè il protagonista Jim Parsons avrebbe rifiutato di rinnovare il contratto con la serie che l’ha reso una star mondiale per ulteriori due anni.

Un accordo che, con un contratto che già sfiorava il milione di dollari, avrebbe portato Parsons e i suoi compagni di set, Kaley Cuoco Johnny Kalecki, Kunal Nayyar e Simon Helberg, a guadagnare fino a 50 milioni di dollari in utili.

Ma l’interprete di Sheldon Cooper ha detto basta e Entertainment Weekly ha raccolto le dichiarazioni dei suoi rappresentanti:

“Dodici anni in una stessa produzione sono tanti per un attore. Nonostante le numerose soddisfazioni che la serie gli ha dato (tra cui la vittoria di 4 Emmy ed uno spin-off da assoluto protagonista), ora Parsons sente il bisogno di affrancarsene. A maggior ragione perchè, a detta del suo interprete, Sheldon in undici stagioni ha dato tutto ciò che poteva“.

In un comunicato congiunto Warner Bros. Tv e Cbs si sono dette grate dell’affetto dimostrato dai fans in 12 anni, promettendo loro una stagione finale epica e scoppiettante. The Big Bang Theory 12 debutterà eccezionalmente lunedì 24 Settembre su Cbs per poi spostarsi, dalla settimana successiva, alla sua abituale collocazione del giovedì.

Leggi anche