Troia, uccide la moglie e tenta il suicidio

Taranto

Tragedia famigliare a Troia, nel foggiano: il quarantasettenne Ferdinando Carella uccide la moglie Federica Ventura e poi tenta il suicidio

L’ennesimo litigio scoppiato nel cuore della notte e poi lui, al culmine di un raptus di gelosia, ha ucciso la moglie con diverse coltellate. E’ accaduto a Troia, nella provincia di Foggia

I due protagonisti di questa triste vicenda sono il quarantasettenne Ferdinando Carella e la moglie Federica Ventura. Secondo le prime ricostruzioni i due avrebbero cominciato a litigare e, svegliando i due figli minorenni nel cuore della notte, la lite sarebbe poi degenerata e avrebbe portato Carella prima ad uccidere la moglie e poi a tentare il suicidio, con una coltellata inferta in prossimità del cuore.

L’arrivo dei soccorsi non ha evitato la morte di Federica Ventura

I vicini, raccogliendo la disperata richiesta di aiuto dei figli della coppia, avrebbero subito avvertito i Carabinieri ed il 118. Ma all’arrivo delle squadre di soccorso per la Ventura non c’era già più nulla da fare.

Gravissime invece le condizioni di Ferdinando Carella che ora combatte tra la vita e la morte piantonato presso i Riuniti di Foggia.

Una comunità incredula

Chi conosceva la coppia, nella piccola comunità foggiana di Troia asserisce che sì, i coniugi Carella litigavano spesso, ma nulla faceva presagire una rottura o peggio, un finale così efferato.