Trump
immagine da Pixabay

Trump è furioso perché è sempre più vicino alla sconfitta. Ma non si arrende e dalla Casa Bianca accusa i dem: “Vogliono rubarci le elezioni”

Trump non ci sta a perdere le elezioni e sembra non volerne sentire di lasciare la casa bianca. Non ci sono ancora dati ufficiali ma Biden è sempre più vicino alla vittoria.  È amareggiato Donald Trump che nella notte delle elezioni si era già auto proclamato presidente degli Stati Uniti per la seconda volta. Ma di perdere non ne vuole sapere. E se la sua sarà una sconfitta è solo perché il partito democratico ha barato.

Potrebbe interessarti:

Se si contano i voti legali vinco facilmente! Se si contano i voti illegali e quelli in ritardo, ci rubano le elezioni“. È il mantra ripetuto compulsivamente da Trump prima su Twitter un’infinità di volte e poi dalla Casa Bianca davanti ai giornalisti accreditati (ma senza poter fare domande). Sembra stanco ma furioso e ripete: Difenderemo lintegrità del voto, non permetteremo ai corrotti di rubare le elezioni. Ci saranno azioni legali dappertutto”.

A Biden, che aveva parlato solo un paio di ore prima, risponde “sfido Joe a contare solo i vori legali”. Quelli che ancora vengono contati e che stanno dando al candidato democratico i numeri per superare la famosa soglia dei 270 ‘voti elettorali’ per il presidente Usa sono parte di una grande complotto che ha come obiettivo quello di cacciarlo dalla Casa Bianca.

E di teorie complottiste gli Stati Uniti, ma anche il mondo intero, è pieno. Trump non accetta di non poter essere più l’uomo più forte del mondo. La sua sconfitta non può essere attribuita a lui ma alla presunta slealtà degli avversari. E lo fa senza prove, senza neanche provare a dare una spiegazione del perché e del come i dem avrebbero imbrogliato.

I dati che arrivano sui siti e le tv all-news dalla Pennsylvania e soprattutto dalla Georgia sono eloquenti, Trump potrebbe perderle entrambe (a Biden ne basta vincere anche uno solo) in quella che diventerebbe (se aggiungiamo l’Arizona) una disfatta in due roccaforti da decenni saldamente repubblicane. Lui e i suoi uomini se ne rendono conto e per questo tentano un ultimo, disperato, gioco d’anticipo.

Spazio aereo

Nel frattempo, l’aviazione USA ha chiuso lo spazio aereo sopra la casa di Joe Biden a Wilmington, in Delaware, per un raggio di 1 miglio. La Federal Aviation Administration, secondo quanto riferito dalla CNN, ha anche temporaneamente sospeso il sorvolo sul vicino Chase Center, dove è possibile che Biden faccia il suo discorso in caso di vittoria. La chiusura dello spazio aereo spetta ai presidenti.

Il discorso è atteso nelle prossime ore. Potrebbe essere quello che annuncerà ufficialmente la vittoria.

Letture Consigliate