Turisti nelle nostre città: lo avete mai fatto?



Sperlonga @Foto Annalisa Galloni

Turisti nella nostra città. E voi lo avete mai fatto?

Turisti “a casa nostra”…

Siamo sempre convinti che “viaggiare” significhi obbligatoriamente prendere un aereo, un treno o un autobus, per recarci lontano, magari addirittura dall’altra parte del mondo, alla scoperta di luoghi e città sconosciute e misteriose.

Percorriamo kilometri e kilometri di distanze, per ammirare le bellezze offerte dal mondo. Ma quanti di noi abbiamo realmente “viaggiato” nella nostra città? Quanti di noi siamo mai usciti di casa di primo mattino, armati di mappa e cartina, camminando senza sosta fra le strade di Napoli, per scoprire e ammirare le infinite bellezze che la nostra meravigliosa città sa regalarci?

Durante i miei mesi di viaggio, ho incontrato e conosciuto tantissime persone provenienti da ogni angolo del pianeta, e sul volto di ognuna di loro compariva sempre un enorme sorriso seguito dall’esclamazione: “Napoli, una delle città più belle del mondo”, ogni qual volta rivelavo la mia città di origine.

Tutti la conoscevano. Alcuni ne avevano solo letto o sentito parlare, e l’avevano inserita fra le mete da “visitare almeno una volta nella vita”; altri vi erano già stati, ed erano rimasti ammaliati dalla sua infinita bellezza, dai suoi panorami mozzafiato, dalle strette stradine colorate con scorci meravigliosi, dal mare, dal Vesuvio, dalla spettacolare costiera, e perfino dalle scene di vita quotidiana cui avevano assistito, innamorandosene.

Alcuni mi hanno perfino parlato euforici di posti e luoghi meravigliosi che però, io stessa, non conoscevo.

E questo mi ha portato a pensare che, molto spesso, cerchiamo altrove quello che invece abbiamo proprio dietro l’angolo, senza saperlo.

Quanti di noi abbiamo dedicato giorni, o settimane intere, alla scoperta di città straniere senza però mai dedicare qualche giorno alla scoperta della “nostra città”? Quanti di noi abbiamo girovagato tanto a spasso nel globo, senza però mai farlo nel luogo in cui siamo nati?

“Vedi Napoli  e poi muori” diceva Goethe, per esprimere appieno il senso di infinita bellezza della mia città.

Ed allora, ecco, che il mio consiglio è proprio questo: concediamoci il privilegio di essere turisti “a casa”; dedichiamo qualche giorno alla scoperta delle città più belle del mondo, le nostre; proviamo ad essere noi stessi turisti nelle nostre città, approfittando magari di una di una bella giornata di sole, per passeggiare senza meta fra i mille vicoli colorati, per scoprire gli odori, i profumi, i colori, gli scorci nascosti, i segreti nascosti delle nostre città.

Se anche tu ami viaggiare e vuoi condividere le tue esperienze di viaggio, esporre i tuoi dubbi, o semplicemente trovare l’ispirazione, unisciti al nostro gruppo Anime in viaggio  e seguici alla pagina Facebook  Animerranti e su Youtube.

Leggi anche