Twitter, si raddoppiano i caratteri utili per scrivere: da 140 diverranno 280

twitter

In atto un test per portare da 140 a 280 i caratteri utili per scrivere su Twitter. Lingue orientali escluse

Una grande rivoluzione avverrà a breve nel mondo del social networking: Twitter infatti subirà una grande evoluzione, portando i caratteri disponibili per la scrittura da 140 a 280.

Il noto social network di San Francisco è stato famoso proprio per la sua brevità e immediatezza, che dava la possibilità ai milioni di utenti di cui vanta, di “twittare” (pubblicare su Twitter, ndr) ciò che passava per la testa in quel determinato momento (non per nulla è l’acronimo di Text What I Think To Everyone Reading).

twitter

Probabilmente, con la nuova funzionalità, che, come afferma La Repubblica, verrà implementata nei prossimi mesi come “test” a pochi utenti eletti, farà perdere il fascino che ha fatto innamorare coloro che dal 2006 ad oggi si sono iscritti al social.

Eppure, come dichiarano i creatori di Twitter dalla Obvious Corporation, sembra che il problema comunicativo sia proprio la restrizione di caratteri: “Quando si twitta in inglese, o in qualsiasi altra lingua, si è costretti a modificare il tweet per farlo rientrare nel suddetto limite. Problema che non sussiste nelle lingue orientali: sembra infatti che ai giapponesi avanzi addirittura lo spazio dopo aver scritto.

Cosa cambierà

Nei prossimi mesi alcuni utenti potranno già notare le prime notifiche apportate, che poi verranno estese al resto dei “twitteri”: essi dunque potranno scrivere al di là del “muro” di 140 caratteri, fino a 280, ma mantenendo la visibilità attuale; per poter visualizzare l’intero tweet infatti si dovrà cliccare sullo stesso per estenderlo.

La tattica di Twitter, come spiega il Corriere della Sera, è di riprendersi in ambito economico, in quanto, quotato in borsa nel 2013, negli ultimi mesi ha registrato solo perdite; non solo, ma uno dei suoi scopi maggiori è quello di contrastare e di sorvolare il suo più acerrimo nemico, Facebook.