24 Giugno 2022 - 09:48

Ucraina: Ue le riconosce lo status di Paese candidato

L'Unione Europea riconosce lo status di Paese candidato a Ucraina e Moldavia e a concede la prospettiva europea anche alla Georgia

unione europea ucraina Buon Natale, roaming

Un “bel giorno, un momento storico”, ha esordito presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, dopo aver dato il via libera alla concessione dello status di Paese candidato a Ucraina e Moldavia e a concedere la prospettiva europea alla Georgia.

“È una delle decisioni più importanti per l’Ucraina in tutti i trent’anni di indipendenza del nostro Stato. Tuttavia, questa decisione non riguarda solo l’Ucraina”, ha celebrato il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, che si è collegato con i leader Ue subito dopo la decisione.

“Questo è il più grande passo verso il rafforzamento dell’Europa che si potrebbe compiere in questo momento, nel nostro tempo, e proprio nel contesto della guerra voluta dalla Russia, che sta mettendo alla prova la nostra capacità di preservare la libertà e l’unità”, ha aggiunto.

“Ora però questi Stati devono fare i compiti per fare progressi e raggiungere le prossime fasi”, ha sottolineato von der Leyen. I ventisette si sono detti pronti a concedere lo status di candidato. Ma, è bene ricordare, che nel marzo 2020 avevano sottoscritto di aprire senza ulteriore indugio i negoziati con Macedonia del Nord e Albania

Si sono opposti alla concessione dello status di Paese candidato i Paesi Balcani. I leader dei Balcani occidentali si sono chiusi in un vertice che difatti è stato un vero e proprio fallimento. È durato quattro ore ma si è chiuso con un nulla di fatto.