Unione Europea, Macron avverte gli autoritaristi

Emmanuel macron migranti Francia

Il presidente francese Emmanuel Macron, da Strasburgo, rilancia l’Unione Europea. L’incaricato all’Eliseo propone ottanta iniziative in vari ambiti, dalla Zona Euro al Progetto Erasmus

Emmanuel Macron guida la “rivolta”. Da Strasburgo, il presidente francese si è oggi rivolto a tutti i deputati europei, con l’obiettivo di mobilitarli per rilanciare l’Unione Europea. Per la prima volta, l’incaricato all’Eliseo ha parlato al Parlamento Europeo.

Non possiamo far finta di essere in un tempo normale, c’è un dubbio che attraversa molti dei nostri Paesi europei sull’Europa, una sorta di guerra civile europea sta emergendo: stanno venendo a galla i nostri egoismi nazionali e il fascino illiberale. Di fronte all’autoritarismo che ci circonda la risposta non è la democrazia autoritaria ma l’autorità della democrazia” ha dichiarato Macron.

Il modello europeo non è datato. Questo modello è potente come nessun altro e al contempo fragile, perché la sua forza a ogni istante dipende dal nostro impegno. Oggi giorno dobbiamo difenderlo insieme. Entro la fine della legislatura dobbiamo sbloccare il dibattito avvelenato sui migranti, sulla riforma di Dublino e la relocation: propongo di creare un programma europeo per finanziare le comunità locali che accolgono e integrano i rifugiati.” ha poi continuato.

Il presidente ha poi condannato gli autoritarismi: “Appartengo una generazione che non ha conosciuto la guerra, una generazione che si sta permettendo il lusso di dimenticare quello che i predecessori hanno vissuto: ma io non voglio appartenere a una generazione di sonnambuli che ha dimenticato il proprio passato e i tormenti del proprio presente. La missione dei prossimi mesi è difendere la sovranità europea dalle pulsioni autoritarie di chi ha dimenticato il passato. Voglio appartenere a una generazione che difenderà la sovranità europea perchè ci siamo battuti per averla. Non cederò a nessuna fascinazione autoritaria.