Valentino sfila in bianco a New York



Valentino sfila in bianco a New York: dopo ben 46 anni, il celebre stilista italiano dice addio al rosso per dare il benvenuto ad un bianco candido

Dopo 46 anni, Valentino ha deciso di abbandonare il colore rosso tipico delle sue creazioni e dà il benvenuto ad un bianco candido.

Maria Grazia Chiuri e Pier Paolo Piccioli, designer della Maison italiana, hanno presentato a New York la nuova collezione di Valentino Haute Couture total white dal titolo “Sala Bianca 945 “. Insomma, un omaggio alla storica collezione che rese  famoso Valentino Garavani, poiché proprio agli esordi della sua carriera, negli anni ’60, si presentò al mondo della moda con una collezione di abiti total white, inaugurata a Firenze, precisamente nel 1962 e successivamente a Roma nel 1968.

Valentino 2Svariate le sfumature di bianco degli abiti sfoggiati in passerella: dal bianco candido all’avorio, all’ecru, al bianco perla, al gesso. La sfilata si è tenuta presso il Whitney Museum di New York, un edificio di stampo minimalista progettato da Marcel Brauer. Dunque, dopo tanti anni, i designer della Maison italiana hanno scelto di attingere al passato presentando abiti bianchi di Alta Moda, in cui il tocco del bianco classico si mescola con accenti moderni e la sensualità delle trasparenze viene attutita da pizzi e ruches.

D’altronde, protagonisti sembrano essere proprio pizzi, merletti e forme arrotondate. In passerella sfoggiano per lo più abiti lunghi dove il bianco è protagonista, come una tela bianca e immacolata, priva di qualsiasi decoro aggiuntivo, volta a rappresentare la bellezza di ogni donna, unica nel suo stile, che sia romantico o sensuale.

Il compito del bianco pensato da Valentino è quello di vestire ogni donna rendendola unica nel suo genere. Grande l’amore di Valentino per New York, tanto che lo stilista italiano ha deciso di aprire un nuovo flagship store al 693 della Fifth Avenue, a testimonianza del grande legame tra la Maison italiana e la Grande Mela da sempre.

Leggi anche