Valerio Mastandrea primo grande ospite del Giffoni Experience

Prima PaginaValerio Mastandrea primo grande ospite del Giffoni Experience

Il primo grande nome a calcare il blue carpet del Giffoni Film Festival 2016 è l’attore romano Valerio Mastandrea, accolto dal pubblico con gran calore 

[ads1]

Valerio Mastandrea è il primo grande ospite del Giffoni Film Festival 2016. L’attore, nato a Roma il 14 febbraio 1972, è noto per molti grandi successi nel panorama cinematografico nazionale e mondiale, infatti è stato candidato otto volte ai David di Donatello, vincendo per ben tre volte il premio rispettivamente per i film La prima cosa bella, Gli equilibristi e Viva la libertà. Altri suoi film importanti sono N (Io e Napoleone), Non pensarci, Romanzo di una strage e Perfetti sconosciuti. Nel 2015 ha prodotto il film Non essere cattivo di Claudio Caligari.

Valerio MastandreaAccolto dal coloratissimo pubblico del Festival, Valerio Mastandrea si è subito sentito a suo agio tra i giovani partecipanti tanto da rimanere, con piacere e più del dovuto, insieme ai giurati. Tante le foto, gli abbracci e gli autografi concessi ai ragazzi sul blue carpet prima di recarsi in conferenza stampa con i giornalisti e poi in Sala Truffaut con i giovani giudici.

Sulla tematica di quest’anno, Destinazione, l’attore si è soffermato per alcuni minuti, in quanto si tratta di «un tema molto forte e importante. Ognuno di noi sembra avere la propria destinazione, si pensi ad esempio a quelle 700 persone che si sono mosse per averne una e poi, invece, sono morte in mare. Secondo me si tratta di un argomento molto importante, che dovrebbe esser trattato anche a scuola visto che è strettamente collegato alla nostra storia contemporanea».

Valerio MastandreaTra gli argomenti trattati c’è anche l’orribile strage terroristica di ieridalla quale l’attore si sente ancora fortemente scosso: «questa assolutamente non è una guerra che si vince con la violenza. Con questi attacchi stanno cercando a tutti i costi non solo di incuterci paura, ma anche di suscitare in noi un profondo odio. Chi di noi ieri non ha pensato “basta! Mi sono rotto le scatole” ? Ecco, è proprio questo che dobbiamo evitare».

Sul Giffoni Film Festival: «credo che sia un Festival che può incarnare il senso parallelo di un padre e di una madre. Tanti figli tutti insieme, farli confrontare e dargli delle piccole scossette per fargli cercare capire cosa vogliono dalla vita, anche se è anche giusto che a una certa età non si sappia realmente cosa si vuole».

[ads2]

Emilio Tortorahttp://zon.it
Aspirante giornalista, mediatore sociale, blogger, speaker radiofonico dilettante e studente di Lettere Moderne presso l'Università degli Studi di Salerno. Collaboratore di ZON da maggio 2014. Qualsiasi cosa intorno a noi ha un fine da scoprire, sta a noi armarci del giusto spirito d'avventura e andare a cercarlo

Covid-19

Italia
66,257
Totale di casi attivi
Updated on 26 July 2021 - 15:56 15:56