Whatsapp scomparirà entro la fine del 2016. Ma solo su alcuni dispositivi

Whatsapp scomparirà

Whatsapp scomparirà. Non vi spaventate, sarà una perdita che varrà solo per alcuni dispositivi. Entro la fine del 2016, infatti, alcune marche di cellulari non saranno più in grado di fornire agli utenti l’utilizzo della famosa app. Vediamo quali sono

project adv

Whatsapp scomparirà! Ebbene sì, entro la fine di quest’anno alcuni di noi non saranno più in grado di comunicare attraverso la app più famosa del nuovo millennio. Non vi spaventate però, questo varrà solo per alcune marche di cellulari, che pur contemplando l’ultima versione aggiornata della app, non potranno comunque garantire agli utenti il suo funzionamento. Vediamo quali sono le marche interessate.

Whatsapp scomparirà, giusto in tempo per festeggiare i primi sette anni di vita. L’annuncio di questo cambiamento è stato dato proprio dall’azienda, tramite un post sul proprio blog, che annuncia come di consueto ogni cambiamento in seno all’azienda, per “preparare” gli utenti. Secondo quanto si apprende, quando Whatsapp è stata aperta, nel 2009, “l’uso dei dispositivi mobili era molto diverso da oggi. L’App Store di Apple aveva solo pochi mesi di vita. Circa il 70 per cento degli smartphone venduti al momento aveva sistemi operativi offerti da BlackBerry e Nokia, mentre i sistemi operativi mobili offerti da Google, Apple e Microsoft – che rappresentano il 99,5 per cento delle vendite di oggi – erano meno del 25 per cento dei dispositivi mobili venduti al momento”. Alla luce di questo, quindi, Whatsapp scomparirà su tali dispositivi in quanto questi non offrono più le funzionalità utili all’azienda per espandere in futuro l’applicazione. 

Le marche interessate

I modelli di cellulare interessati da questa piccola rivoluzione sono: BlackBerry, tra cui BlackBerry 10, Nokia S40, Nokia Symbian S60, Android 2.1 e Android 2.2, Windows Phone 7.1. Whatsapp scomparirà, che fare allora?

Whatsapp scomparirà
Whatsapp scomparirà ma solo su alcuni dispositivi

Niente, semplicemente cambiate marca oppure, in ultima analisi, acquistate una versione più aggiornata di Android, iPhone o Windows Phone.

 

Video del giorno