Windows 7: da oggi nessun supporto. Guai per la sicurezza



windows 7
immagine da pixabay

Addio a Windows 7. Oggi si chiude il sipario sul sistema operativo di Microsoft. La casa di Redmond non rilascerà più aggiornamenti tecnologici e di sicurezza

WINDOWS 7 va in pensione. Infatti Microsoft ha deciso di staccare la spina in quanto il sistema non gode più del supporto esteso.

L’interruzione del supporto non significa che i computer smetteranno di funzionare, ma che saranno vulnerabili a virus e malware. A partire dal 14 gennaio – come già annunciato – la casa di Redmond non rilascerà più aggiornamenti tecnologici e di sicurezza. L’unico strumento di difesa rimane Microsoft Security Essential (Mse), il software antivirus integrato nel sistema. Continuerà a ricevere gli aggiornamenti legati ai nuovi virus, ma questi potranno poco contro eventuali vulnerabilità legate all’architettura di Windows 7 e lo stesso varrà nel caso si disponga di antivirus alternativi, come ad esempio Avast, Kaspersky e altri.

L’unico modo per continuare a ricevere aggiornamenti è passare ad un programma a pagamento riservato però alle imprese, che sopravviverà fino al 2023. Per essere protetti, tutti gli altri utenti possono passare al sistema operativo più recente, cioè Windows 10 che si può scaricare su una pagina apposita del sito Microsoft che si chiama, appunto, Scarica Windows 10. Chi da domani 15 gennaio continuerà ad usare Windows 7, vedrà APPARIRE una notifica grande, a schermo intero.

Leggi anche