Ferrari Land accende i motori, inaugurato il parco divertimento del Cavallino

ferrari land

Ferrari Land accende i motori, ecco come è stare sul Red Force: da 0 a 180 in 5 secondi

project adv

Il parco spagnolo del Cavallino apre i battenti. Al taglio del nastro presente anche Piero Ferrari, figlio del fondatore Enzo e vicepresidente dell’azienda.

Attrazione principali del parco giochi sono le montagne russe: quando il trenino parte le Red Force, attrazione principale del nuovo Ferrari Land.

 

 L’acceleratore verticale è il più alto e il più veloce al mondo: da 0 a 180 km/h in 5 secondi, i 112 metri d’altezza. “Ma non si soffrono le vertigini, nessuna scusa, bisogna provarlo”, dice ai giornalisti Arturo Mas Sardá, presidente del PortAventura World di Tarragona, che ospita al suo interno il Ferrari Land.

Piero Ferrari consiglia “di entrare nella storia e nella cultura del Cavallino, ma soprattutto di divertirsi”. Le premesse non mancano: fra le undici attrazioni, oltre alla Red Force, ci sono le Thrill Towers, due torri per provare emozioni forti (la caduta libera e il movimento del pistone), i simulatori semi professionalie il Pit Stop Record, in cui due squadre si sfidano nel cambio gomme. Ai più piccoli è dedicata la Maranello Grand Race, che offre ai bambini la possibilità di portare a spasso mamma e papà (tranquilli, le auto sono ancorate a binari); i piccolissimi possono prendere confidenza con il “rosso Ferrari” grazie a una giostra di macchinine che ricordano le Formula 1, la Junior Championship.

Il biglietto d’ingresso parte da 60 euro (un giorno, due parchi). PortAventura, che fa capo alla Investindustrial di Andrea Bonomi, prevede che l’apertura dovrebbe portare nel complesso turistico 5 milioni di visitatori l’anno rispetto ai 4 milioni del 2016.

 

 

Video del giorno