Home » Attualità » La “primavera” del mercato automobilistico, è tempo di investire!
mercato automobilistico

La “primavera” del mercato automobilistico, è tempo di investire!

Grazie ai giorni lavorativi aggiuntivi dovuti alle feste di Pasqua, nell’aprile di quest’anno, le registrazioni nel mercato automobilistico hanno registrato un aumento dell’11% a 1,94 milioni di veicoli il mese scorso: lo ha dichiarato l’associazione europea dei costruttori di automobili a Bruxelles. Fiat e Renault hanno guadagnato quote di mercato a scapito del leader europeo Volkswagen e No 2 PSA

Mercato automobilistico, è tempo di investire! La disoccupazione in calo e 15 quarti consecutivi della crescita economica della zona euro hanno contribuito a rafforzare la fiducia dei consumatori, sostenendo la domanda dell’auto. Ottime notizie quindi per chi vuole decidere di investire nell’ambito dei mercati finanziari europei.

Anche il Regno Unito, il mercato automobilistico più grande d’Europa dopo la Germania, ha resistito a un rallentamento indotto da Brexit, con vendite nel paese dell’8,4% il mese scorso, quando gli acquirenti si precipitarono a comprare prima delle modifiche fiscali sui veicoli entrate in vigore ad aprile. Il mercato automobilistico resiliente della regione è un contrasto con gli Stati Uniti, dove le vendite di veicoli sono inaspettatamente diminuite a marzo.

“L’ultimo risultato del mercato automobilistico sostiene le notizie positive che abbiamo visto dall’economia più ampia”, in Europa, ha commentato all’Ansa Jonathon Poskitt, analista con LMC Automotive a Oxford, Regno Unito, affermando che il tasso di vendita annuo nell’Europa occidentale è al livello più alto fin dall’inizio del 2008. Tuttavia, la crescita delle vendite sarà probabilmente lenta, dato che una ripresa da un basso livello di due decenni nel 2013 la fa perdere di forza.

Ma il mercato inizia ad incoraggiare e, quindi, vale la pena tentare investimenti partendo con il trading (un inizio facile potrebbe essere garantito con il trading online demo). Le consegne annuali nei prossimi anni dovrebbero superare il picco del 2007.

LMC prevede che le vendite dell’Europa occidentale saliranno del 2,7% nel 2017, contro il guadagno del 7,4% nei primi tre mesi dell’anno, mentre il Regno Unito vedrà un rallentamento delle modifiche fiscali. La Germania ha segnato un aumento dell’11% nel mese di marzo. Le registrazioni in Francia, in mezzo a un’elezione fortemente contestata, sono salite del 7%. In Italia le consegne di auto sono aumentate del 18%.

L’Associazione Europea dei Produttori di Auto, compila i numeri dai 28 paesi membri dell’UE, escludendo Malta, oltre a Svizzera, Norvegia e Islanda. Le vendite europee di Volkswagen non sono riuscite a tenere il passo con il mercato globale, con una crescita del 6,2% a marzo.

Ciò ha causato una discesa nella sua quota di mercato dal 21,4% dal 22,4% dell’anno prima. I problemi del produttore connessi al diesel hanno persistito più di un anno nello scandalo delle emissioni che ha letteralmente messo ko le vendite.

La PSA a Parigi, che ha concordato nel marzo di acquistare la divisione europea di General Motors, ha visto la sua quota di mercato, compresa l’unità Opel dell’azienda statunitense, ridotta al 16,1% dal 16,9%. Fiat Chrysler ha aumentato la sua quota di mercato al 6,8% dal 6,3%. Renault ha registrato il 9,5% degli acquirenti di auto della regione a marzo, passando dal 9,2% di un anno prima.

Scriveteci

commenti scritti.
GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre rubriche e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB ZON.it

About Redazione ZON

Redazione ZON
I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.

Check Also

rottamazione delle cartelle Equitalia

Rottamazione delle cartelle Equitalia, cosa accade adesso?

Dopo la chiusura della colossale operazione di rottamazione delle cartelle Equitalia, che si è conclusa …