11 settembre 2001: a vent’anni dagli attentati 5 film che lo raccontano

Prima Pagina11 settembre 2001: a vent'anni dagli attentati 5 film che lo raccontano

11 settembre 2001-11 settembre 2021: a vent’anni da quei tragici momenti che fermarono il mondo, 5 film che li hanno raccontati

L’11 settembre 2001 una serie di quattro attacchi suicidi, compiuti contro obiettivi civili e militari, colpirono gli Stati Uniti d’America. Il mondo intero si bloccò alla vista delle immagini di quei tragici momenti in cui persero la vita circa 3000 persone e in cui ne rimasero ferite circa 6000.

Quel martedì mattina quattro aerei di linea, appartenenti a due delle maggiori compagnie aeree statunitensi furono dirottati da 19 terroristi appartenenti all’organizzazione terroristica di Al-Qaida. Due di questi si schiantarono contro le Torri Nord e Sud del World Trade Center e nel giro di 1 ora e 40 minuti, entrambe crollarono. Un terzo aereo arrivò invece sulla Sede del Pentagono in Virginia, causando il crollo della facciata ovest dell’edificio, sede del Dipartimento della Difesa America. C’era poi un quarto aereo, diretto su Washington (presumibilmente diretto sulla Casa Bianca o sul Campidoglio); ma grazie ad un eroico dirottamento dei passeggeri quest’ultimo precipitò in un campo della Pennsylvania. Nessun passeggero è sopravvissuto agli schianti.

La guerra al terrorismo

Da allora si è molto parlato di guerra al terrorismo; una guerra ancora oggi senza fine, soprattutto dopo gli ultimi sviluppi in Afghanistan. L’America, infatti, all’epoca reagì ai tremendi attacchi di cui fu vittima aprendo una vera e propria stagione di guerre contro Al-Qaida e i Talebani, il cui regime in Afghanistan dava ai terroristi un posto sicuro in cui organizzarsi. Grazie agli interventi americani e dopo la morte di Osama Bin-Laden c’è stato un periodo di stasi, che però si è interrotto definitivamente con gli attentati che hanno colpito l’Europa dal 2015 in poi.

Nel corso degli anni, l’11 settembre è una data che tutti ricordiamo e che inevitabilmente ci rende facili prede dell’ansia e della paura verso il mondo orientale. Da allora infatti il mondo è cambiato: ha conosciuto la paura e un dolore mai provato prima. Il dolore di chi viene colpito nel profondo, nel cuore della propria città e in una normalissima mattina di inizio settembre. Nonostante ciò, è una data che non possiamo dimenticare e molti sono i registi che hanno provato a raccontare quanto accaduto con film o documentari. Ve ne riproponiamo qui (in ordine cronologico) cinque, che in una giornata come quella di oggi si possono vedere in forma commemorativa.

11 settembre 2001

E’ un film del 2002, composto da undici episodi diretti da 11 registi differenti (Samira Makhmalbaf, Claude Lelouch, Yusuf Shahin, Danis Tanović, Idrissa Ouédraogo, Ken Loach, Alejandro González Iñárritu, Amos Gitai, Mira Nair, Sean Penn e Shōhei Imamura). Ogni episodio è un corto di 11 minuti ed ognuno di loro è ambientato in uno Paese diverso di cui porta il titolo.

Tale docu-film è il primo ad essere realizzato dopo gli attentati; la sua particolarità è che ogni regista con un budget di 400.000 dollari per girare un cortometraggio che ricordasse gli eventi dell’11 settembre 2001 operando a insaputa di ciò che facevano gli altri.

The Power of Nightmares

E’ una serie di documentari per la televisione, scritti e prodotti per la BBC dal documentarista inglese Adam Curtis; i vari documentari trattano dello scenario globale prima e dopo gli attentati dell’11 settembre 2001. Ognuno di essi si compone di tre parti, di circa un’ora ciascuna e sono caratterizzate da immagini di repertorio, accompagnate da una voce fuori campo, alternate con interviste originali realizzate dallo stesso Curtis.

Il documentario presenta in parallelo l’origine e lo sviluppo del movimento neoconservatore negli Stati Uniti e di quello jihādista islamico. Con tali ricostruzioni e posizioni nette Curtis ha profondamente diviso l’opinione pubblica americana e non solo. I documentari, infatti, riscossero notevole successo sia in America che in Gran Bretagna, nonostante sia stato spesso soggetto a critiche.

United 93

Scritto e diretto nel 2006 da Paul Greengrass, narra quanto avvenuto sul volo United Airlines 93, che non arrivò mai a colpire il punto in cui era diretto grazie ad una rivolta dei passeggeri. Grazie agli atti eroici di questi ultimi, ormai consapevoli della loro morte imminente, l’aereo fu fatto precipitare prima. Il film tenta quindi di ricostruire nella maniera più fedele possibile quanto accaduto in quelle ore su quell’aereo. United 93 fu nominato agli Oscar per la miglior regia e il miglior montaggio, e vincitore di due BAFTA nella medesima categoria.

Il film è il primo contributo hollywoodiano ad essere tratto dai fatti dell’11 settembre 2001. Nel cast i passeggeri sono interpretati da attori professionisti, mentre un assistente di volo, due piloti e altri membri del personale della United Airlines sono interpretati da veri dipendenti della compagnia di volo. Altro punto di forza del film è che si è mantenuto per tutto il tempo l’anonimato sui nomi dei passeggeri. In questo modo si è data maggiore importanza e significato alle azioni collettive, senza enfatizzare azioni eroiche individuali. Una scelta, questa, che ha dato risalto anche al realismo di quella circostanza; è molto probabile infatti che in quei tragici momenti nessuno conoscesse il nome di quei compagni di viaggio e di sventura.

World Trade Center

All’altro lato della medaglia troviamo questo film, sempre del 2006, diretto da Oliver Stone e con protagonista Nicolas Cage, che invece racconta di un altro tipo di eroi: i soccorritori. La vicenda è tratta dalla storia vera del sergente John McLoughlin e dei suoi amici e colleghi Will Jimeno, Dominick Pezzulo, Antonio Rodrigues, Christopher Amoroso.

La mattina dell’11 settembre 2001 lui e i suoi uomini erano appena arrivati in stazione quando arrivò la chiamata per il primo aereo dirottato sulla Torre Nord del World Trade Center. Giunti sul luogo del disastro, il sergente McLoughlin e un gruppo di alcuni uomini, si ritrovarono ad assistere impotenti alla caduta delle persone dalle torri; decisero così di entrare nella Torre Sud colpita dal volo United Airlines 175, per prestare soccorso ai civili ancora imprigionati. Poco dopo però il manipolo di soccorritori è rimasto sepolto sotto il crollo della torre, al confine tra la vita e la morte.

Nonostante alcune inesattezze, il film riscosse molto successo negli Stati Uniti. Inoltre, per non urtare la sensibilità dei cittadini di New York ancora sotto choc, le riprese furono organizzate in California.

Remember Me

E’ un film drammatico del 2010 diretto da Allen Coulter sulla base di una sceneggiatura scritta da Will Fetters e con protagonisti Robert Pattinson, Emilie de Ravin e Pierce Brosnan. La storia raccontata è quella di Tyler Keats Hawkins, un ragazzo di 21 anni, profondamente sconvolto dal suicidio del fratello avvenuto alcuni anni prima, il giorno del suo ventiduesimo compleanno. Una tragedia la sua che ha anche sancito la fine del matrimonio dei suoi genitori, aumentando il suo rancore nei confronti della vita.

La vita di Tyler, dopo aver trovato suo fratello impiccato, è un vero disastro: tra ragazzate e risse il giovane finisce anche per essere arrestato. La sua vita inizia a cambiare quando incontra Ally e per scommessa inizia a frequentarla. E così in una climax di eventi arriviamo all’11 settembre 2001: Tyler si troverà nell’ufficio di suo padre, situato in una delle tue torri del World Trade Center proprio durante gli attentati.

Benedetta Picariello
Ciao sono Benedetta ho 23 anni e sono laureata in Scienze della comunicazione all'università di Salerno. Attualmente studio Media, comunicazione e giornalismo al "La Sapienza". Mi piacciono la lettura, il cinema, il teatro, i viaggi, insomma tutto ciò che mi permette di conoscere il mondo nelle sue mille sfaccettature. Sono stata giurata al Giffoni Film Festival dal 2015 al 2018

Covid-19

Italia
102,244
Totale di casi attivi
Updated on 27 September 2021 - 14:13 14:13