Il 4 Giugno 1994 ci lasciava Massimo Troisi: le frasi più belle

Massimo Troisi
Screen dal trailer de "Il Postino"

Venticinque anni fa se ne andava l’attore e regista napoletano Massimo Troisi. Ecco una selezione di frasi dai suoi film

In quel fatale 1994 Massimo Troisi avrebbe dovuto sottoporsi ad un trapianto di cuore ma egli volle prima portare a termine le riprese de “Il Postino”, il film di Michael Radford che poi gli valse una nomination postuma agli Oscar.

Massimo, dunque, viveva il suo lavoro come una missione: l’unica via per saziare l’incomunicabilità che vige tra tutti gli esseri umani. E non poteva che essere così per uno come lui che era quasi un predestinato, in televisione già da piccolissimo come testimonial del latte in polvere.

Poi lo spazio di sperimentazione e ricerca delle cantine con la nascita de La Smorfia (il trio Troisi, Enzo Decaro e Lello Arena). Ed infine il cinema e l’esordio come regista, voluto fortemente dal produttore Mario Berardi: siamo nel 1981 e il film è Ricomincio da tre:

ma perche’ ricominciare da zero? quelle tre cose buone ho fatto nella mia vita, non posso ricominciare da tre. sì, ricomincio da tre

Nel 1984 Massimo Troisi lavorerà “a quattro mani” con Roberto Benigni al film “Non ci resta che piangere”, una pellicola che tinge di disincanto le presunte certezze dell’uomo (inclusa la data della scoperta dell’America):

-Ricordati che devi morire!

-eh, sì, mo’ me lo segno proprio

Tema preponderante nelle regie e nelle interpretazioni di Massimo Troisi, come dicevamo, è l’incomunicabilità tra gli esseri umani. Credo che tale cifra raggiunga l’apice nell’ultima direzione di Massimo, nato a San Giorgio a Cremano, Pensavo fosse amore… invece era un calesse.

La storia di Tommaso e Cecilia (Francesca Neri) si interrompe ad un passo dal matrimonio perchè lei è ossessionata dai “fantasmi” delle ex di lei: i due si lasceranno attraverso un citofono!

Come dimenticare poi, che la canzone portante del film è Quando scritta apposta per il film da Pino Daniele? Un altro poeta di Napoli che un cuore capriccioso ci ha strappato troppo presto.