Andy Ruiz, la rivincita del campione che non ti aspetti



andy ruiz
foto: screen youtube canale dazn

Andy Ruiz ha annientato Anthony Joshua in soli 7 round, nel match disputato al Madison Square Garden di New York. Contro ogni pronostico, il pugile di origini messicane è il nuovo detentore dei 4 titoli mondiali dei pesi massimi

Al Madison Square Garden di New York è stata riscritta la storia: Andy Ruiz ha completamente annientato il pluricampione Anthony Joshua in soli 7 round, conquistando così i 4 titoli dei pesi massimi messi in palio. Ruiz non solo ha ottenuto i titoli Wba, Ibf, Ibo e Wbo, ma è entrato di diritto nella storia della boxe. Il pugile, infatti, è il primo di discendenza messicana a vincere un titolo mondiale dei pesi massimi.

Il mondo della boxe ha regalato un altro momento magico, perchè Andy Ruiz non è il classico campione di pugilato, o almeno nel fisico. I 120 chili non certo aiutano, soprattutto contro un “modello” dal calibro di Anthony Joshua, che ha battuto nel corso della sua carriera dei pilastri come Klitschko e Povetkin. I massimi esperti, per risalire un match come questo, sono ritornati al 1990, quando uno sconosciuto Buster Douglas distrusse Mike Tyson.

Questa però è la storia di Davide contro Golia, dello sfavorito che stravolge e ribalta il risultato, zittendo tutti coloro che l’avevano criticato fino a quel momento. I 90.000 spettatori del MSG di New York non hanno intimorito Ruiz, di certo non abituato a grandi palcoscenici come quello della Grande Mela.

La voglia di riscatto ha prevalso sulle doti fisiche e tecniche del pugile inglese, la rabbia di colui ritenuto “inadatto” alla nobile arte della boxe ha abbatuto i pregiudizi morali delle persone, che troppo spesso si pronunciano senza conoscere i fatti.

 

 

Leggi anche