10 Gennaio 2022 - 14:15

A casa tutti bene: testo della sigla iniziale firmata da Jovanotti

Jovanotti - A casa tutti bene

Pronti a scoprire il testo del brano ‘A casa tutti bene’ scritto da Jovanotti per l’omonima serie diretta da Gabriele Muccino?

“Qualche mese fa Gabriele Muccino mi ha mandato alcune immagini della serie appena girate e mi ha raccontato cosa aveva in mente. Mi sono messo subito al lavoro soprattutto sulle parole, prima ancora di avere una musica e una melodia ho pensato a una canzone intitolata come la serie e a immagini che non fossero didascaliche rispetto al soggetto di Gabriele. Gli ho detto che non avrei cercato una canzone pop ma un’atmosfera fatta di suoni e immagini e lui mi ha dato carta bianca, ha commentato Jovanotti qualche settimana fa sui suoi social annunciando la sua firma all’interno della sigla di apertura della serie “A casa tutti bene“.

Dopo “Baciami ancora” nel 2010, e “L’estate addosso” nel 2015 – due canzoni che prendono il titolo dalle omonime pellicole di Muccino – Lorenzo torna con un brano inedito scritto appositamente per “A casa tutti bene“, la prima serie tv di Gabriele Muccino, reboot del suo omonimo film campione di incassi nel 2018.

Prodotto da Sky e Marco Belardi per Lotus ProductionA casa tutti bene è un family drama che si snoda in 8 episodi scritti da Muccino insieme a Barbara Petronio (anche produttrice creativa), Andrea Nobile, Gabriele Galli, Camilla Buizza.

Nel cast di “A casa tutti bene – La Serie”, c’è anche Emma Marrone, che aveva già preso parte in qualità di attrice a un altro film di Muccino, “Gli anni più belli”, distribuito nelle sale all’inizio del 2020

Testo

Ai guerrieri sonnambuli
svegliati all’improvviso
tra una battaglia e l’altra
Sulla soglia di un sorriso
nelle città che sembrano
orfanotrofi giganti
Dai monitor ci spiano
gli occhi dei sorveglianti

Chi va e chi viene
sogni e sirene
baci e catene
e a casa tutti bene
Sognare terre lontane
e a casa tutti bene

Ai profeti increduli
che cantano nuovi canti
Ai padri onnipotenti
vecchi traditi e distanti
All’ombra dei ristoranti
profumati di pane
e di spezie importate
lungo le rotte africane

Chi va e chi viene
sogni e sirene
baci e catene
e a casa tutti bene
Provare a crederci insieme
e a casa tutti bene

Fili di trame tessuti
legano i cuori a comandi
Gambe sospese sul vuoto
di un grande amore allo sbando
Ai compleanni mancanti
di chi non si ferma mai
Navi salpate perse
al largo del mare dei guai

Chi va e chi viene
sogni e sirene
baci e catene
e a casa tutti bene
Provare a crederci insieme
e a casa tutti bene