10 Gennaio 2022 - 14:33

Sanremo 2022: Highsnob e Hu raccontano il brano “Abbi cura di te”

Highsnob e Hu - Sanremo 2022

Highsnob e Hu hanno raccontato di cosa parla il brano che presenteranno a Sanremo 2022: ecco “Abbi cura di te”

Per la prima volta al Festival di Sanremo 2022, con il brano “Abbi cura di te”, Highsnob e Hu, due talenti della nuova generazione musicale uniranno il pop e il rap con l’elettronica.

Il brano “Abbi cura di te”, nato e scritto da Highsnob, ha trovato il suo perfetto equilibrio completandosi nell’emozionante incontro con Hu, diventando così un vero e proprio singolo che sarà co-distribuito da Believe Artist Services e Warner Music Italy.

“Abbi cura di te è un brano intriso di autentica verità che ci induce a riflettere sulle sensazioni e i sentimenti che ruotano intorno alla fine di una relazione. Il testo nella sua genuina semplicità esalta la condizione dolorosa dell’abbandono, situazione costellata da ferite spesso incolmabili delle reciproche parti coinvolte. Nonostante il lutto e la sofferenza per la chiusura di una storia sia innata, nel brano rivolgiamo alla persona che stiamo per lasciare l’augurio che il suo viaggio possa continuare nel migliore dei modi, invitandola ad avere cura di sé ovunque sarà“, raccontano Highsnob e Hu. “È un brano che parla non tanto della fine di una storia in sè, ma della consapevolezza che ne deriva, con l’augurio di bene universale“, hanno concluso.

I due artisti sulla loro unione dichiarano “Condividiamo la grande passione per la musica, il vero motore nonché l’energia positiva che smuove le nostre anime, ci lega poi una verità spassionata e profonda. Non abbiamo mai avuto il minimo dubbio sul nostro incontro e siamo a supporto morale uno dell’altro.”

Oltre a Highsnob e Hu, “Abbi cura di te” si avvale della preziosa collaborazione di Andrea Moroni (Andry the Hitmaker), beatmaker e pruducer che è riuscito a dare al pezzo quella sonorità contemporanea ed avvolgente unica ed inconfondibile in grado di entrare nelle orecchie sin dai primi ascolti, toccando le corde più profonde dell’anima.