L’Aida di Verdi, lo spettacolo che continua ad affascinare, in onda su Rai 5



aida
immagine da pixabay

È andata in onda, ieri sera, l’Aida si Giuseppe Verdi su Rai 5. Lo spettacolo, messo in scena nella stagione 2013/2014, continua ad emozionare e ad affascinare

Ieri sera, su Rai 5 è stata trasmessa una delle più grandi opere liriche della storia, composta da Giuseppe Verdi e debuttata nel 1871, l’Aida. Da quell’anno, l’opera ha affascinato sempre più spettatori grazie alle musiche e alle scenografie che la compongono. Celebre, ad esempio, la Marcia Trionfale. Si tratta di un’opera in quattro atti, su libretto di Antonio Ghislanzoni, basata su un soggetto originale dell’archeologo francese Auguste Mariette.

Isma’il Pascià, Chedivè d’Egitto, commissionò un inno a Verdi per celebrare l’apertura del Canale di Suez nel 1860, offrendo un compenso di 80.000 franchi, ma Verdi rifiutò, dicendo che non scriveva musica d’occasione. Invece, quando venne l’invito (Mariette mandò uno schema di libretto su un soggetto egiziano a Camille du Locle, direttore dell’Opéra-Comique di Parigi che lo sottopose a Verdi, che trovò la storia valida) a comporre un’opera per l’inaugurazione del nuovo teatro de Il Cairo, Verdi accettò.

La prima rappresentazione avvenne al Teatro khediviale dell’Opera del Cairo il 24 dicembre 1871, diretta da Giovanni Bottesini. Per l’anteprima italiana sotto la sua diretta supervisione, Verdi scrisse una ouverture, che però alla fine non venne eseguita per un ripensamento, considerando il breve preludio più organico ed efficace.

La versione dell’Aida trasmessa ieri su Rai 5 è andata in scena al Teatro di San Carlo di Napoli nella Stagione 2013/2014. A dirigere, il Maestro Nicola Luisotti. La regia è stata di Franco Dragone. Le scene, invece, di Benito Leonoro, i costumi di Giusi Giustino, le luci di Michel Beaulieu, le coreografie di Alassandra Panzavolta.

Leggi anche