reddito di inclusione

Approvato il disegno di legge sul reddito di inclusione. La Camera ha dato il via libera al ddl sulla povertà legato alla legge di stabilità. Ecco cosa prevede

[ads1]

Potrebbe interessarti:

Approvato il disegno di legge sul reddito di inclusione. La Camera ha dato il via libera al ddl sulla povertà legato alla legge di stabilità, che prevede norme relative al contrasto della povertà, al riordino delle prestazioni e al sistema degli interventi e dei servizi sociali“.reddito di inclusione

L’approvazione, con 221 voti favorevoli, 22 contrari e 63 astenuti, non ha incontrato il favore del M5S, che ha accusato il Governo di aver solo cambiato il nome al ben più noto “reddito di cittadinanza”, baluardo del Movimento, mettendo in evidenza l’insufficienza dei fondi messi a disposizione. Un magro contentino di meno di 400 euro al mese che certo non consentirà, ai pochi che vi accederanno, di ritrovare dignità e risollevarsi da una situazione di povertà cronica.

L’emendamento è arrivato con un tempismo perfetto, in parallelo con la presentazione del rapporto sulla povertà diffuso dall’Istat, che ha messo impietosamente in evidenza le cifre che caratterizzano la nuova classe dei poveri nel nostro Paese. Secondo questo rapporto, nel 2015 più di 1.500.000 famiglie hanno vissuto in assoluta povertà., per un totale di oltre quattro milioni di individui, la cifra più alta dal lontano 2005. Secondo Renzi quella del reddito di inclusione è “la prima misura organica della storia repubblicana contro la povertà approvata oggi in prima lettura: 1,6 miliardi in 2 anni”. 

[ads2]

Letture Consigliate