Autostrade, il PD chiede la revoca della concessione



autostrade Atlantia
immagine da Pixabay

Autostrade per l’Italia, ora anche il Partito Democratico chiede la revoca della concessione anche dopo il recente crollo del ponte della A26

Continua la discussione sul destino di Autostrade per l’Italia. Dopo le spinte volute dal Movimento 5 Stelle, ora anche il Partito Democratico chiede la revoca della concessione. La questione delle concessioni autostradali è un argomento sempre più caldo. Dopo il crollo del Ponte Morandi a Genova, lo scorso 14 agosto 208, si aggiunge il crollo del Ponte sull’A26 di pochi giorni fa.

La proposta di Roberto Tomasi, nuovo amministratore delegato di Aspi, è quella di abbassare le tariffe autostradali e rendere gratuiti alcuni tratti delle autostrade italiane. Questa proposta viene presentata come “risarcimento danni” agli italiani. Ma questa idea è stata prontamente rigettata da Autostrade.

Il ministro Paola De Micheli ha dichiarato in Senato: “La decisione sarà collegiale. Non voglio che tra qualche anno io, il premier, i ministri, lo Stato insomma debba rispondere di una decisione non ponderata“.

Ha, poi, ribadito Di Maio a Radio Anch’Io: “Si va verso la revoca delle concessioni autostradali. Bisogna togliere a questi signori la concessione il prima possibile dopo che hanno preso i nostri soldi per i pedaggi senza fare la manutenzione delle strutture“.

Leggi anche