Avengers “Infinity War”, dopo dieci anni di cinecomics l’epilogo tanto atteso

avengers: infinity war

In tutte le sale, dal 25 aprile, arriva in Italia l’ultimo capitolo degli Avengers, “Infinity War”. Dopo dieci anni di cinecomics, finalmente l’epilogo tanto atteso

Finalmente l’attesa è finita, lo scorso 25 aprile è uscito l’ultimo capitolo degli Avengers,Infinity War“. Le aspettative erano alte e possiamo confermare che non potevamo chiedere di meglio. I fratelli Russo sono riusciti a racchiudere in poco meno di due ore quella che è l’essenza dei cinecomics della Marvel. C’è tutto, ironia, dramma, azione e chi più ne ha più ne metta.

Trama

Thanos, il “villain” per eccellenza della Marvel, è alla ricerca delle Gemme dell’Infinito. Le sta recuperando tutte ed è arrivato sulla Terra. La squadra degli Avengers ha bisogno di nuove reclute. Ad unirsi ufficialmente nella squadra è il giovane Peter Parker, meglio conosciuto come Spiderman. Ritorna, dopo una lunga assenza, Hulk, anche se per tutto il film resta sempre nei panni del Dr. Banner. Mentre IronMan, Spiderman e il Dr. Strange, con l’aiuto dei Guardiani della Galassia, inseguono Thanos per l’Universo, sulla Terra la situazione non è delle migliori. Gli scagnozzi del titano cercano di sottrarre la gemma di Visione, ma non sanno che avranno a che fare con i vendicatori restati sulla Terra. Riusciranno a contrastare Thanos ed impedirgli di distruggere metà Universo?

Fratelli Russo, ottimo lavoro!

Quest’ultimo episodio degli Avengers è sicuramente il miglior cinecomic di sempre. Completo, con azione, comicità e dramma. Il mix vincente è sicuramente suggerito dalla varietà dei componenti della squadra, che rispetto al precedente capitolo si amplia. Anche se non è principalmente questo l’intento di un cinecomic, si riesce a trovare della filosofia nell’ira distruttiva di Thanos. In un certo senso abbiamo ritrovato la “drammaturgia” che aveva caratterizzato i primi capitoli di Hulk, diretti da Lee, dei primi anni 2000.

La fotografia è come sempre spettacolare. Ambientazioni mozzafiato, sui pianeti in giro per l’Universo. La colonna sonora è ben strutturata, con riferimenti alla cultura pop (menomale che c’è Star-Lord con il suo buon vecchio walkman). I riferimenti agli anni ’80 non li troviamo solo nella musica ma anche nelle parole del giovane nerd Peter Parker che con la complicità di Star-Lord creano un mix davvero esplosivo di comicità.

Cosa ci sarà dopo?

Il film si chiude con Thanos che riesce a recuperare tutte le Gemme dell’Infinito e riesce a disintegrare metà Universo. Ma nelle scene post credits un sempreverde Nick Fury riesce a contattare uno degli ultimi supereroi non ancora apparsi sul grande schermo, Capitan Marvel. Che sarà lui a sconfiggere il temibile titano e riportare la pace e la serenità? Purtroppo dobbiamo aspettare marzo 2019 per conoscere questo nuovo eroe. Mentre per scoprire le sorti degli ultimi Avengers sopravvssuti, l’appuntamento è per l’estate del 2019.