7 Gennaio 2022 - 17:50

Benjamin Mendy esce di prigione dopo 5 mesi!

Accusato di sette stupri e aggressione sessuali, il terzino del Manchester City è stato rilasciato su cauzione dal tribunale di Chester

Il mondo del pallone non vive solo della luce degli stadi. Riflettori così potente ed abbaglianti che possono illuminare ogni cm del campo di gioco e i giocatori, idolatrati come vere pop star. Esiste anche il dietro le quinte, parti buie in cui certi calciatori escono allo scoperto con tutti i difetti che una persona normale può avere. Anche se alcuni forse, presi dai loro momenti di “luce abbagliante“, si dimenticano che nel buio non possono continuare a brillare della loro fama. Come il caso di Benjamin Mendy, il terzino francese finito in carcere da fine Agosto 2021.

Il giocatore del Manchester City, dal suo arrivo in Inghilterra si è completamente perso. Pagato la bellezza di 57,5 mln al Monaco, tutti ritenevano che la fascia sinistra dei citizen avesse trovato il suo nuovo padrone. Ma dopo appena tre mesi dal suo arrivo, Mendy riporta la rottura del legamento crociato contro il Crystal Palace, il 23 Settembre 2017. Riuscirà però a partecipare alla spedizione per il Mondiale in Russia, dove vincerà insieme alla sua Francia il titolo di Campione del Mondo.

Il declino verso l’oscurità

La vittoria del Mondiale sarebbe dovuta essere la rinascita di Benjamin Mendy. Il punto da cui ripartire, far decollare finalmente la sua carriera anche in Inghilterra. Ma da lì in poi, il terzino del City iniziò a perdersi. Eclissato completamente da Kyle Walker, Benjamin non trovò più spazio all’interno dello spogliatoio dei citizen. Piano piano, si adeguò al suo nuovo ruolo di rimpiazzo, senza davvero avere mai un motto di rivalsa con cui far cambiare idea a Guardiola.

La vera oscurità però doveva ancora arrivare. Il 27 Agosto 2021, Benjamin Mendy compare davanti alla Corte di Chester con l’accusa di aver stuprato e di un’aggressione sessuale ai danni di 4 sedicenni. I reati sarebbero stati commessi tra l’Ottobre 2020 e appunto l’Agosto 2021. A questi poi verranno aggiunti altri 3 casi di stupro sempre a carico del terzino del City, che nel frattempo è stato messo fuori squadra dalla stessa società di Manchester. Dopo la sentenza della Corte di Chester, il giocatore è stato messo in carcere come misura cautelare fino alla data del processo finale, fissata nel Gennaio 2022.

Il periodo in carcere

Rinchiuso inizialmente fino al 24 Gennaio 2022, presso l’HMP Altcourse di Liverpool, il giocatore pensava di ottenere uno status privilegiato all’interno del carcere. Secondo il Sun, Mendy aveva capito all’inizio di essere stato collocato in un’area VIP della struttura, non capendo invece di essere finito nella “VP wing“, ossia nella area “vulnerable prisoners“. Quest’ala è dedicata ai prigionieri più a rischio, come ad esempio quelli accusati di violenza sessuale che spesso vengono poi aggrediti dagli stessi detenuti. Capito il fraintendimento, Mendy passò quattro mesi recluso nella prigione di Liverpool.

Questo fino al Dicembre 2021, quando le accuse da 4 stupri ed un’aggressione salirono a 7. Poco prima di Natale il giocatore del Manchester City è stato spostato al Strangeways, uno dei carceri di massimo livello nel Regno Unito. Fortunatamente per lui, oggi 7 Gennaio 2022 il tribunale di Chester ha concesso il rilascio su cauzione. Dichiaratosi sempre innocente dall’inizio di questo suo inferno, ora Mendy potrà aspettare a casa sua la data dell’udienza fissata sempre il 24 Gennaio. Chissà se per all’ora luce inizierà ad accendersi di nuovo per lui.