Biden

Il Presidente Biden intende aumentare le tasse ai più ricchi, eliminando le agevolazioni concesse da Trump. A milionari e miliardari verrà chiesto di contribuire maggiormente: il gettito previsto è di 2.500 miliardi di dollari

Joe Biden ha in mente un cambiamento rivoluzionario del sistema fiscale americano. E servirà a finanziare un grande piano di infrastrutture da 4.000 miliardi di dollari. Il piano servirà per una ripresa a lungo termine post Covid-19. A tale scopo, i democratici si preparano ad approvare il più ampio incremento delle tasse federali dai tempi della Seconda Guerra Mondiale. L’idea di Biden è quella di aumentare le tasse per ricchi e grandi aziende, eliminando le agevolazioni concesse da Trump. A ricchi e super ricchi verrà chiesto di contribuire maggiormente, arrivando così ad un gettito stimato di 2.500 miliardi di dollari.

Potrebbe interessarti:

La proposta di Biden ha ovviamente incontrato le aspre critiche dei Repubblicani, da sempre contrari a qualunque aumento delle imposte. Ma i democratici hanno l’occasione che attendevano da tempo: controllano il Congresso e hanno un ampio sostegno popolare. E per questo possono procedere con quella che ritengono una riforma di giustizia sociale: più tasse ai ricchi. La proposta dei dem ha i numeri per passare sia alla Camera che al Senato. Anche molti Repubblicani potrebbero votarla, perché i loro stessi elettori chiedono a gran voce maggiori aiuti da parte dello Stato, soprattutto nella Sanità.

Biden preferisce evitare, almeno per il momento, di procedere a colpi di decreti e ordini esecutivi, optando per il dialogo con il Repubblicani. Tra gli altri nodi importanti nella sua agenda di politica interna, ci sono la stretta sulle armi e l’immigrazione. Mentre sul fronte della diplomazia e della politica estera, i principali problemi vengono dal fronte russo e da quello cinese.

Letture Consigliate