Torna il Bloomsday anche in Italia, ma stavolta in una diretta streaming

bloomsday
immagine dalla pagina ufficiale del Museo Svevo e Museo Joyce

Il Bloomsday deve andare avanti: anche in assenza di pubblico, la consueta commemorazione di James Joyce prosegue in una lunga diretta streaming

Anche il Bloomsday rischiava di saltare a causa del coronavirus, ma grazie alla caparbietà di organizzatori e volontari, l’annuale commemorazione dell’Ulisse di James Joyce potrà essere portata avanti. Dodici lunghe dirette streaming in cui diversi gruppi di volontari leggeranno quasi integralmente l’opera dello scrittore irlandese ambientata proprio il 16 giugno. A Trieste, ogni anno avviene la commemorazione dello scrittore che in questa città ha trovato ispirazione per la stesura del suo più grande romanzo, l’Ulisse, il cui svolgimento rientra solo nell’arco di una sola giornata. Il 16 giugno è stata una data importante anche per la vita di Joyce poiché, in questo giorno, lo scrittore ha avuto il suo primo appuntamento con quella che sarà la sua compagna per tutta la vita, Nora Barnacle.

Infatti, quella che in Irlanda è una vera e propria festa laica, anche in Italia e in diverse parti del mondo è un’importante giornata all’insegna della cultura. Trieste, in particolare, celebrerà il Bloomsday con un’agenda ricca di appuntamenti a partire dalle 10 del mattino fino a tarda notte. Se negli anni scorsi, il Bloomsday ha sempre riservato grandi iniziative per gli appassionati, quest’anno ci si è dovuti adeguare alla tecnologia delle dirette streaming. Per assistere virtualmente alla lettura e alla rievocazione di alcuni tratti del romanzo, basterà collegarsi alla pagina Facebook del Museo Svevo e Museo Joyce.

La prima edizione del Bloomsday si è tenuta nel 1950, in occasione del trentennale della pubblicazione dell’Ulisse, ad opera di alcuni scrittori che per celebrare tale ricorrenza ripercorsero le peregrinazioni di Leopold Bloom attraverso la città.