Bollettino, Coronavirus: i dati ufficiali del 28 luglio 2020



Bollettino Coronavirus 28 luglio

Come di consueto, la Protezione Civile ha comunicato i dati del Bollettino Coronavirus odierno: sono 181 i nuovi casi accertati

Come di consueto, la Protezione Civile ha diramato il bollettino Coronavirus odierno. Dai dati ufficiali, risultano 181 nuovi casi nelle ultime 24 ore per un totale di 246.488 casi accertati da inizio epidemia. Ieri, invece, i nuovi contagi erano stati 170.

Purtroppo, il totale dei morti sale a 35.123; sono 11 le persone decedute nella giornata odierna (ieri si contavano 5 vittime, come due giorni fa). Sono 12.609 le persone attualmente positive in Italia. I guariti raggiungono quota 198.757 con 164 registrati nelle ultime 24 ore.

Al momento i ricoverati in ospedale sono 748 (ieri erano 740) di cui 40 in terapia intensiva (ieri erano 45). Si contano 11.820 persone in isolamento domiciliare. Nella giornata odierna sono stati effettuati 48.170 tamponi (ieri ne erano stati eseguiti 25.511). Dall’inizio dell’epidemia sono stati processati 6.634.293 test.

Dati regione per regione

Gli attualmente positivi al Covid-19 sono così ripartiti a livello regionale:

  • 6.678 in Lombardia
  • 1.459 in Emilia Romagna
  • 801 in Piemonte
  • 942 nel Lazio
  • 754 in Veneto
  • 363 in Toscana
  • 393 in Campania
  • 209 in Liguria
  • 120 nelle Marche
  • 206 in Sicilia
  • 107 in Abruzzo
  • 85 a Bolzano
  • 112 in Friuli Venezia Giulia
  • 82 in Puglia
  • 83 in Calabria
  • 94 a Trento
  • 21 in Sardegna
  • 17 in Umbria
  • 25 in Molise
  • 47 in Basilicata
  • 11 in Valle d’Aosta

Conte sulla proroga dello stato di emergenza: “Il virus continua a circolare”

Se ci assumiamo la responsabilità di non prorogare lo stato di emergenza dobbiamo essere consapevoli che cesserebbero di avere effetto le ordinanze adottate, ben 38, di cui 4 attualmente al vaglio della Ragioneria generale dello Stato“, ha dichiarato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte durante le comunicazioni in Senato sulle iniziative ulteriori da adottare in relazione all’emergenza Coronavirus.

Il premier oggi, 28 luglio, punta ad ottenere il consenso di Palazzo Madama in merito alla proroga dello stato di emergenza (secondo indiscrezioni fino al 15 ottobre), mentre domani parlerà alla Camera.

Leggi anche