bollettino coronavirus
immagine da pixabay

Bollettino coronavirus del 28 novembre 2020, Lombardia e Veneto ancora con il maggior numero di contagi, a seguire la Campania

Il Bollettino del coronavirus del 28 novembre 2020 mostra dati confortanti dal punto di vista dei contagi, che iniziano considerevolmente a diminuire, rivelandosi sotto la soglia dei 30 mila casi al giorno. Per quanto riguarda i decessi, i numeri continuano ad essere alti in tutta Italia, attestandosi intorno a 686.

Potrebbe interessarti:

Le terapie intensive più affollate restano quelle di Lombardia, Piemonte e Lazio con rispettivamente 919, 384 e 356 posti letti occupati. Seguono Toscana, Sicilia ed Emilia-Romagna con 279, 247 e 245 posti letto occupati. Puglia, Campania e Liguria seguono con 200, 186 e 117 pazienti ricoverati in T.I., mentre le altre regioni registrano numeri a due cifre per i pazienti in condizioni più gravi, ad eccezione di Marche, Abruzzo e Sardegna con i numeri più alti (85, 77 e 73 pazienti).

Nella giornata di oggi sono stati effettuati 225.940 tamponi, mentre le terapie intensive e i reparti covid rilevano un numero di ricoveri a livello nazionale a livello rispetto al giorno precedente: essi sono rispettivamente di 20 e 385 ingressi in meno.

Il trend della curva dei guariti inizia sempre più ad avvicinarsi a quella dei nuovi contagi, poiché il numero dei guariti odierni è pari a 24.214 e gli attuali positivi sono 1.414. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria gli italiani contagiati dal coronavirus sono ad oggi più di mezzo milione. Ora si attende il 3 dicembre per gli aggiornamenti sulle misure nazionali contenitive del contagio su tutto il territorio italiano.

Letture Consigliate
Articolo precedenteEstrazione lotto di oggi, sabato 28 Novembre 2020: i numeri vincenti
Prossimo articoloJuventus, senza Ronaldo manca il carisma: solo un pari a Benevento
Gaudieri Brunella
Ho studiato il tedesco, l´inglese e ho qualche infarinatura di svedese ed arabo. Dopo la laurea triennale in Traduzione e Interpretariato a Napoli mi sono trasferita a Gorizia, poi Trieste, Udine, Klagenfurt am Wörthersee e Vienna. In questi posti ho fatto bellissime esperienze di lavoro, tra cui la traduttrice presso l´ORF. Ho conseguito la laurea specialistica a doppio diploma italo-austriaco in Lingue e letterature straniere ed euroamericane ed ho vissuto tanto tempo lontana dalla mia "comfort zone". Ho incontrato tantissime persone e mi sono avvicinata incuriosita alle loro culture. Mi piace la lettura, il mondo dell´informazione, l´arte e parlo molto bene il tedesco. Sono attenta alle problematiche sociali e sensibile alla tutela degli animali randagi.