Juventus

Benevento-Juventus 1-1, bianconeri con poca personalità. Poca reazione allo schiaffo: solo Ronaldo ha la personalità?

La Juventus pareggia anche a Benevento, mostrando poca personalità nel gestire la gara. La Vecchia Signora mostra poca capacità di reagire allo schiaffo e nonostante un buon primo tempo, non si presenta in campo nella ripresa. Pirlo non è riuscito ancora a conquistare due vittorie consecutive.

Il solito Morata crea molta profondità e il gol del vantaggio arriva grazie allo spagnolo. Una sventagliata di Chiesa gli apre il campo, punta la difesa del Benevento e scaglia in porta un sinistro micidiale, imprendibile per Montipò. Dopo qualche minuto Dybala conferma il suo momento di forma negativo e da due passi sbaglia la rete del raddoppio.

La Juventus continua a gestire ma nel finale si mostra disattenta e prima Schiattarella chiama Szczesny al miracolo e poi dagli sviluppi del corner Letizia gonfia la rete con un destro al volo. Al rientro in campo Madama mostra tutte le sue fragilità, non subisce nulla dal Benevento e allo stesso tempo però non sbrana i rivali. Poco voglia di segnare la rete del vantaggio.

Senza Ronaldo c’è poca personalità? In zona offensiva sicuramente, perché Dybala non sta ripagando le chance di Pirlo. De Ligt continua a ruggire, ma negli ultimi trenta metri non si vede il colpo del campione. Servirà una svolta per trovarla, perché la Juventus ha dimostrato che la vittoria dei campionati passa per i dettagli e stasera non sono stati curati. Poco concretezza, come dimostra il tiro debole della Joya che il portiere respinge in calcio d’angolo.

Sul finale arriva la doccia fredda, espulsione diretta ai danni di Morata, con il numero dieci della Juventus che sarà ora chiamato a fare i conti con se stessi.

Benevento Juve 1-1: risultato e tabellino

Reti: 21′ Morata, 45+3′ Letizia

Benevento (4-3-2-1): Montipò; Letizia, Caldirola (33′ Maggio) (60′ Insigne), Glik, Barba; Ionita (71′ Tello), Schiattarella, Hetemaj; Improta, Caprari (71′ Tuia); Lapadula (71′ Sau). All. Inzaghi. A disp. Masella, Basit, Lucatelli, Manfredini, Pastina, Moncini, Di Serio.

Juventus (4-4-2): Szczesny; Cuadrado, Danilo, De Ligt, Frabotta; Ramsey (62′ Kulusevski), Arthur (62′ Bentancur), Rabiot, Chiesa; Dybala, Morata. All. Pirlo. A disp. Pinsoglio, Garofani, Alex Sandro, Bonucci, Dragusin, McKennie, Portanova, Bernardeschi.

Arbitro: Pasqua

Ammoniti: 59′ Maggio, 80′ Cuadrado, 82′ Schiattarella, 90+5′ Improta

Espulso: 90+7′ Morata

Note: 83′ ammonito Inzaghi