Bullismo, il racconto di una vittima: “Non capisco perché proprio io”

CyberZONeBullismo, il racconto di una vittima: "Non capisco perché proprio io"

Bullismo, la testimonianza di un ragazzo: “Forse non sono bello, sono troppo timido, sono impacciato, ma non ho capito perché proprio io”

BULLISMO, LA STORIA DI UNA VITTIMA: “IO PRESO DI MIRA, NON HO CAPITO ANCORA PER QUALE MOTIVO”- Il bullismo, si sa, è una piaga sociale diffusa in ogni dove e di difficile risoluzione. A raccontare la sua storia stavolta è un ragazzo di Collegno, che, come riportano anche i colleghi di “blastingnewsitalia“, ha sofferto molto durante gli anni al liceo. La sua passione per la matematica lo spinge a trasferirsi per studiare in un liceo scientifico. Qui però le cose non vanno come sperava.

Ecco ciò che dichiara il ragazzo vittima di bullismo: “Non potevo lasciare la mia roba in classe, perché spariva tutto, perfino banco e sedia, le chiavi di casa le portavo sempre con me, altrimenti non sarei potuto entrare in casa”. Però:  “io sono riuscito a non piangere mai, ma dentro ero come morto“. I professori, pur notando il tutto, non prendevano provvedimenti, fin quando un evento catturò finalmente la loro attenzione.

In particolare, i 3 compagni di classe lo chiusero in uno stanzino, imponendogli di cantare, con la pompa dell’acqua già pronta nel caso non ricordasse la canzone. Ecco le parole della vittima: “Non ricordavo quale fosse il titolo della canzone ma ho iniziato a cantarla, ma per loro non era abbastanza e così mi sono ritrovato completamente bagnato, era Febbraio, e avevo tanto freddo”. Dopo l’ennesimo atroce di bullismo, finalmente gli insegnanti contattarono i genitori.

Infine, il ragazzo dice: A casa non raccontavo mai nulla, mi tenevo tutto dentro, anche se questa volta sono stato costretto a dire la verità. Ora sono ancora introverso, ma d’altronde fa parte del mio carattere, ho cambiato scuola e va meglio ma, non ho più quegli incubi che mi toglievano il sonno“. Insomma, ecco cosa vuol dire essere vittima di bullismo per anni. La paura di raccontare quel che accadeva, gli incubi.. Speriamo vivamente che pur essendo segnato da quest’esperienza, il ragazzo in questione stia meglio e possa avere amici.

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook. Clicca qui.

Leggi anche: “Mara Venier presa di mira sui social: Questo può portare a reazioni serie”. Clicca qui.

Covid-19

Italia
116,342
Totale di casi attivi
Updated on 17 September 2021 - 08:55 08:55