buono mobilità
Immagine da Pixabay

Dopo i problemi tecnici del 3 novembre sul sito dedicato al buono mobilità, ora c’è di nuovo la possibilità di registrarsi per il rimborso

Il “Decreto Rilancio” pubblicato all’inizio di quest’estate dal Governo prevedeva una serie di agevolazioni a sostegno del periodo post-emergenza sanitaria e tra questi provvedimenti vi era anche, il “bonus mobilità”, ovvero la possibilità di ricevere un rimborso del 60% per l’acquisto, tra il 4 maggio e il 2 novembre 2020, di una bicicletta o veicolo elettrico. 

Potrebbe interessarti:

Purtroppo durante la giornata del cosiddetto “click day” del 3 novembre, con accesso tramite identità “spid”, il sistema informatico è andato completamente in tilt a seguito dei numerosi accessi sul portale, creando una lunga lista d’attesa, che ha impedito agli utenti di registrarsi. Pertanto si è deciso, per chi non avesse avuto la possibilità di caricare la fattura comprovante l’acquisto del mezzo, di concedere un’ulteriore proroga per l’iscrizione.

A questo punto, il portale è stato messo a disposizione da oggi fino al 9 novembre, ma il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, specifica che i rimborsi non arriveranno in tasca agli italiani prima dell’inizio del nuovo anno, in quanto sarà necessario prima quantificare l’entità del rimborso e dopodiché la somma verrà stanziata dal Ministero dell’Economia. 

Non è ancora stato reso noto però, se sarà possibile rimborsare anche gli utenti che hanno acquistato e acquisteranno un mezzo dopo il 3 novembre e fino al 31 dicembre, come stabilito nella fase due dal decreto stesso.

Letture Consigliate
Articolo precedenteScopri come acquistare su eBay e risparmiare!
Prossimo articoloMonza, ASST come Codogno: contagiati 340 operatori sanitari
Gaudieri Brunella
Ho studiato il tedesco, l´inglese e ho qualche infarinatura di svedese ed arabo. Dopo la laurea triennale in Traduzione e Interpretariato a Napoli mi sono trasferita a Gorizia, poi Trieste, Udine, Klagenfurt am Wörthersee e Vienna. In questi posti ho fatto bellissime esperienze di lavoro, tra cui la traduttrice presso l´ORF. Ho conseguito la laurea specialistica a doppio diploma italo-austriaco in Lingue e letterature straniere ed euroamericane ed ho vissuto tanto tempo lontana dalla mia "comfort zone". Ho incontrato tantissime persone e mi sono avvicinata incuriosita alle loro culture. Mi piace la lettura, il mondo dell´informazione, l´arte e parlo molto bene il tedesco. Sono attenta alle problematiche sociali e sensibile alla tutela degli animali randagi.