Caduta di stile planetaria per Stash agli Mtv Awards



stash
il post di scuse di Stash

Caduta di stile planetaria dei The Kolors. Stash fa troppo il divo e fa infuriare tutti, compreso il presentatore

Una caduta di stile planetaria, una figuraccia mondiale. Il panorama musicale italiano è saturo. E lo sappiamo. Il pubblico decide chi è in auge e chi no. Stuoli di ragazzini urlanti decretano a suon di decibel quali sono gli idoli del momento. E i The Kolors di decibel ne hanno ricevuti tanti durante la loro ascesa verso il firmamento della musica. Talmente tanti che forse devono avere ottenebrato per qualche tempo l’emisfero razionale del cervello del frontman Stash, a giudicare dalla caduta di stile colossale maturata sul palco degli MTV AWARDS. Il celebre canale di musica ha voluto premiare i The Kolors con un History Awards, a suggello definitivo del rapporto privilegiato di Mtv con la band, il cui primo video, nel 2011, venne trasmesso proprio dal canale musicale.

Il fatto

Ebbene tale affetto non è stato evidentemente contraccambiato da Stash, che ha ritenuto essere forse insufficiente, visto l’atteggiamento da divo ribelle tenuto durante e dopo l’esibizione. Stash suona male, canta male e a un certo punto sputa davanti alla telecamera…sulla telecamera! Non contento della caduta di stile (per non dire figura di …..), il divetto lascia il palco prima che il presentatore Francesco Mandelli possa consegnargli il premio. Un’azione provocatoria o un atteggiamento conseguente al temporaneo annebbiamento mentale di Stash?

Non si sa. In ogni modo, il sempre attivissimo sui social Paolo Ruffini, per un assurdo scherzo del destino, era impegnato in una diretta Facebook in quei minuti e ha offerto al pubblico un meraviglioso “dietro le quinte del colloquio tra Mandelli e Stash. Le cose sono andate più o meno così.

caduta di stile
La caduta di stile di Stash

“Oh che colossale caduta di stile caro Stash” avrebbe detto il presentatore. Alche la risposta “Oh Francesco perdonami, sai quanto io stimi il tuo lavoro”. Sarcasmo a parte, il nostro tentativo di edulcorare la pillola non rende certo bene come le parole crude e dirette (non trascrivibili) di Francesco Mandelli, ma  il video è stato rimosso dal profilo di Ruffini, quindi accontentatevi della nostra versione soft.

La replica del frontman

Stash si è affrettato a replicare, e sulla pagina della band ha scritto Lo sputo in telecamera non era per la gente che ci sostiene… Era per la gente che cerca di boicottarti senza alcun motivo. Perdonatemi… Sapete come sono fatto. A proposito di ciò che è successo questa sera sul palco degli Mtv Awards, purtroppo avete conosciuto un lato di me di cui non sono fiero e del quale mi scuso. È chiaro che il mio gesto non era affatto rivolto al pubblico o agli spettatori ma, a volte, quando il lavoro per il quale ti dedichi interamente viene colpito, la rabbia e la delusione che ne derivano sono così forti che ti portano ad avere una reazione di pari portata. Sono molto dispiaciuto per tutti coloro che si sono sentiti offesi dal mio comportamento”. Forse a Stash bruciava il fatto che altri due divetti, ancora più imberbi di lui e con un ciuffo più scolpito, tali Benji e Fede, avessero vinto in categorie dove avrebbero dovuto trionfare i The Kolors.

Sarà, ma comunque ormai la colossale caduta di stile c’era stata e Mandelli aveva già iniziato a giocare a freccette nel suo camerino tirando su un bersaglio con la faccia di Stash. Alla fine i The Kolors vincono anche il premio per la migliore performance, ma il presentatore annuncia al pubblico che non saliranno sul palco a ritirarlo e lo da via in regalo. Bravo!

 

Leggi anche