Euro 2016, gir. A: Francia e Svizzera, il biscotto è servito!



francia

Pareggio senza reti tra i Blues e gli elvetici che chiudono rispettivamente in prima e in seconda posizione nel Gruppo A. L’Albania, con la vittoria di misura sulla Romania, spera di passare come miglior terza

Dopo tre giornate disputate, giunge al termine il primo girone dei campionati Europei di Francia 2016 e i verdetti previsti in avvio sono stati rispettati. I padroni di casa della Francia hanno concluso in testa al Gruppo A con 7 punti, collezionando due successi e un pareggio, arrivato nella serata di ieri contro la Svizzera; un pareggio che sa di biscotto, in quanto con questo risultato sia i transalpini che gli elvetici si sono assicurati il passaggio al turno successivo. L’Albania di De Biasi e Tramezzani, dopo aver incassato due pesanti sconfitte, riesce ad imporsi sulla Romania e a conquistare la sua prima vittoria in una competizione di tale importanza; adesso bisognerà attendere l’esito delle altre gare per capire se la compagine albanese potrà approdare agli ottavi come una delle 4 migliori terze. La Romania, invece, viene eliminata.

Un contrasto tra Pogba e Shaqiri.

SVIZZERA – FRANCIA 0-0

C’era un solo risultato possibile che avrebbe potuto garantire alle due squadre in questione il superamento della fase a gironi: il pareggio. E pareggio è stato. Francia e Svizzera, infatti, decidono di non farsi del male a vicenda e concludono la gara sullo 0-0. Sono i Blues, però, a gestire l’incontro e ad andare in più di una circostanza vicini al vantaggio, con ben tre legni colpiti. Deschamps preferisce preservare Payet, Giroud e Matuidi, mandando in campo Coman, Gignac e Cabaye al loro posto; dal primo minuto si rivedono Pogba e Griezmann. Nella Svizzera squadra confermata da Petkovic, l’unica novità riguarda il reparto offensivo, dove Embolo prende il posto di Seferovic.

Il primo tempo comincia immediatamente con un’intensità notevole, e il protagonista assoluto di questa prima fase di gioco è il polpo Paul Pogba, voglioso di lasciarsi alle spalle le critiche dei giorni scorsi e a mettere la sua firma in questa manifestazione. Nonostante Shaqiri e compagni abbiano offerto una buona prestazione in attacco, con una gara di grande sacrificio in fase di pressing, è proprio il centrocampista juventino ad avere le occasioni più nitide, prima con un tiro a giro deviato sulla traversa, con qualche difficoltà, dal portiere elvetico Sommer, poi con un diagonale al volo sul quale l’estremo difensore avversario si fa trovare pronto respingendo in corner.

Pogba è inarrestabile e al 16′ centra la seconda traversa personale con un siluro da almeno trenta metri: questa volta Sommer rimane immobile ma è graziato dall’incrocio dei pali. I rossi mostrano personalità e buone trame offensive, facendosi insidiosi due volte, con Djourou sugli sviluppi di palla inattiva e con Mehmedi che spaventa Lloris con una conclusione da fuori, che termina alta non di molto.

Nella ripresa i ritmi si abbassano, con la Svizzera che punta più che altro a chiudersi dietro, forte del risultato dell’altra gara, in contemporanea, tra Albania e Romania. Ci prova Griezmann ad impensierire Sommer, ma il portiere del Borussia Monchengladbach è attento e respinge. Alla mezzora scende in campo Payet, prendendo il posto di Coman, e subito il talento francese si fa notare, sfiorando il gol con un tiro di esterno che finisce a lato; l’occasione di maggior pericolo capita sempre sui suoi piedi pochi istanti dopo, quando Sissoko percorre tutto il campo palla al piede con una progressione fantastica e serve al centro un assist delizioso sul quale si avventa lo stesso Payet, che impatta bene ma, per sua sfortuna, la traversa dice ancora una volta no.

Non accade nient altro di particolarmente rilevante. Entrambe le compagini si accontentano dello 0-0. La Francia passa come prima del girone, mentre gli svizzeri si classificano secondi.

Tabellino gara

Svizzera (4-2-3-1): Sommer, Lichsteiner, Schar, Djourou, Rodriguez, Behrami, Dzemaili, Shaqiri (Fernandes), Mehmedi (Lang), Xhaka, Embolo (Seferovic).

Francia (4-3-3): Lloris, Rami, Koscielny, Sagna, Evra, Cabaye, Sissoko, Pogba, Coman (Payet), Griezmann (Matuidi), Gignac.

Arbitro: Skomina (Slovenia).

Stadio: Pierre Mauroy (Lilla).

Ammoniti: Rami, Koscielny (Francia).

ROMANIA – ALBANIA 0-1    

Prima vittoria storica per la selezione albanese in un campionato europeo, che consente ai ragazzi di De Biasi di sperare in un ripescaggio per qualificarsi alla fase successiva come miglior terza; bisognerà aspettare, però, l’esito dei risultati degli altri gironi.

Lo stacco vincente di Sadiku.

Primo tempo vivace, con le due compagini che ribattono colpo su colpo. Comincia meglio la squadra di Iordanescu, pericolosa nei pressi della porta avversaria con Stanciu, Hoban e Stancu ma l’albanese Berisha è attento e non si fa sorprendere. Al minuto 23 le aquile rispondono con una chiara occasione da gol che Lenjani non riesce a sfruttare e calcia alto su perfetto servizio in area di Lila. Dopo due occasioni anche per Basha e Memushaj, finalmente la squadra albanese trova il vantaggio sul finire di tempo, esattamente al 43′, con Sadiku, il quale realizza con un preciso colpo di testa; per l’Albania è il primo gol della competizione. La prima frazione termina con questo punteggio.

La ripresa è equilibrata come il primo tempo, con rumeni e albanesi capaci di creare palle gol a ripetizione. Ci provano prima le aquile con Mavraj e Memushaj, poi rispondono i gialloblu con il neo entrato Torje e con Sanmartean. La chance per l’1-1 capita ad Andone il quale, a pochi minuti dal termine, centra la traversa.

Il match termina 1-0 in favore dell’Albania, che adesso può solo aspettare e continuare a sperare. I gialloblu, invece, concludono qui la loro avventura europea.

Tabellino gara

Romania (4-2-3-1): Ttarusanu, Sapunaru, Chiriches, Grigore, Matel, Prepelita (Sanmartean), Hoban, Popa (Andone), Stancu, Stanciu, Alibec (Torje).

Albania (4-5-1): Berisha, Agolli, Mavraj, Hysaj, Ajeti, Lenjani (Roshi), Memushaj, Basha (Cana), Abrashi, Lila, Sadiku (Balaj).

Stadio: Stade de Lyon (Lione).

Arbitro: Kràlovec (Rep. Ceca).

Ammoniti: Basha, Memushaj, Hysaj (Albania) – Matel, Sapunaru, Torje (Romania).

Ecco come risulta il Gruppo A alla conclusione della terza ed ultima giornata della prima fase:

FRANCIA           7

SVIZZERA         5

ALBANIA           3

ROMANIA         1

Leggi anche