Capitolo magistratura, Salvini smentisce il confronto con Di Maio



Accise Magistratura

Secondo le parole di Matteo Salvini, lo stesso non ha attaccato la magistratura. E ha smentito la chiamata di Luigi Di Maio

La polemica con la magistratura è tutta una montatura. Almeno lo è, secondo le parole di Matteo Salvini. Il ministro dell’Interno, intervenuto in trasmissione radio, ha smentito di aver ricevuto una telefonata dal vice premier Luigi Di Maio sulla polemica.

No, non ho ricevuto nessuna telefonata. Ho tanti difetti, ma decido con la mia testa. Non ho fatto né un attacco alla Magistratura il giorno prima, né una retromarcia il giorno dopo. Mi sono semplicemente detto sorpreso che una procura siciliana, con tutti i problemi di mafia che ci sono in Sicilia, stia dedicando settimane di tempo a indagare me, Ministro dell’Interno, che ho fatto quello che ho sempre detto che avrei fatto e cioè bloccare le navi. È una decisione politica.” ha dichiarato Salvini.

Inoltre, il ministro si è soffermato ancora una volta sulla politica dei migranti: “Entro l’autunno, firmeremo accordi con Paesi africani e asiatici per rimpatri e espulsioni. L’unico che funziona è con la Tunisia, ma così ci metteremo 80 anni a recuperare i 600-700mila immigrati entrati negli ultimi anni.

Leggi anche